Excite

Viaggiare con animali: tutte le regole da seguire

Prima di viaggiare con animali, è bene organizzarsi in tempo, almeno 2 mesi prima, per poter adempiere agli obblighi previsti dalla regolamentazione sanitaria e procedere alle eventuali vaccinazioni previste nel Paese che si intende raggiungere con il proprio amico a quattro zampe. Allo stesso tempo è importante conoscere i regolamenti delle varie compagnie aeree, marittime e ferroviarie che si pensa di utilizzare per il viaggio.

    La Presse

I documenti utili

Per viaggiare con animali, accompagnati dal loro proprietario o da una persona che ne assume le responsabilità, il regolamento comunitario prevede che cani, gatti e furetti siano identificabili. Questo avviene grazie a un tatuaggio o un microchip e grazie al possesso del passaporto (definito anche documento di identificazione dell'animale da compagnia) che viene rilasciato prima della partenza da un veterinario abilitato dall'autorità competente.

Sul passaporto, il veterinario riporterà il numero del microchip (oppure del tatuaggio); inoltre il documento di identità dell'animale, redatto anche in lingua inglese, dovrà contenere i dati anagrafici e l'elenco di tutte le vaccinazioni effettuate dall'animale, oltre alle visite mediche effettuate e i trattamenti contro le zecche e l'echinococco. Il rilascio del passaporto, poi, è subordinato all'iscrizione all'anagrafe canina per cani, gatti e furetti). E' bene considerare, infine, che in molti paesi europei è vietato l'ingresso degli esemplari delle razze canine ritenute pericolose.

Per quanto riguarda le vaccinazioni, poi, anche se alcune non sono obbligatorie, conviene comunque proteggere il proprio animale domestico dalla potenziale aggressione di agenti patogeni presenti in zone geografiche diverse dalla propria: ad esempio, in Sardegna è molto diffuso l’echinococco, un particolare tipo di tenia che potrebbe mettere a rischio la salute del nostro amico a quattro zampe.

Le regole delle compagnie aeree, marittime e ferroviarie

Per viaggiare con animali a bordo di treni, navi o aerei bisogna innanzitutto considerare che non esiste una regolamentazione unica per tutte le compagnie: ogni vettore può infatti stabilire la tipologia della gabbietta accettata per il trasporto. Gli animali di piccola taglia possono viaggiare insieme al padrone, mentre quelli di taglia grande potrebbero anche essere confinati nella stiva.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017