Excite

Ad Innsbruck stanno aprendo i freeshop

Ad Innsbruck, in Austria, stanno sorgendo i primi freeshop della catena Kostnix. Gli oggetti del negozio sono del tutto gratuiti. Queste le uniche regole: non prendere più di tre oggetti al giorno e non rivendere le cose prese al negozio.

A Vienna già ci sono due "negozi gartuiti" e freeshop si trovano anche in Olanda e in Belgio. A La Repubblica, una dei due italiani che gestisce Kostnix a Innsbruck, Valentina Callovi, ha spiegato: "A noi non importa che chi prenda gli oggetti sia in uno stato di bisogno assoluto, che sia povero, può anche essere ricchissimo. L'importante è che quello che ha preso gli serva davvero, o gli piaccia".

Obiettivo dei freeshop è lottare contro il consumismo, "la società usa e getta e sostenere un approccio più cosciente con le risorse". Valentina ha raccontato: "Siamo poco più di una decina di persone e quindi riusciamo a tenere aperto Kostnix solo il martedì e il mercoledì. Ognuno di noi vi lavora senza retribuzione per due ore la settimana. L'affitto del negozio, 20 metri quadri nel centro storico di Innsbruck, costa 400 euro al mese. Ci finanziamo con un concerto annuo, delle serate con il vin brulè nelle quali ognuno offre quello che vuole, la città di Innsbruck ci dà mille euro l'anno, e la stessa cifra ci viene versata dai Verdi, che apprezzano il nostro contributo all'ambiente, contribuiamo alla riduzione dei rifiuti attraverso il riutilizzo degli oggetti". I clienti sono soprattutto studenti, signore straniere tra i 50 e i 60 anni e donne con i bambini piccoli.

Foto: umsonstladen.lnxnt.org

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018