Excite

Londra, la guida della 'nuova città' rinnovata per le Olimpiadi

  • Infophoto

Quando un uomo è stanco di Londra, è stanco della vita. A Londra c'è tutto ciò che questa vita possa offrire": l'aforisma di Samuel Johnson centra in pieno lo spirito della capitale britannica, che si prepara ad ospitare le Olimpiadi 2012.

Oltre agli eventi sportivi, c'è tutta una città da scoprire: ecco i luoghi da non perdere a Londra, se si vuole tornare soddisfatti non solo dei Giochi, ma anche della stupenda città che quest'anno si è rifatta il look per ospitarli.

Innanzitutto, fare un salto in città senza salutare la Regina potrebbe risultare molto scortese: un passaggio a Buckingham Palace è d'obbligo, magari verso mezzogiorno, per assistere al rito del cambio della guardia.
Per rivivere la magia delle nozze tra William e Kate, si può attraversare la splendida navata di Westminster Abbey, a pochi passi da quello che considerato uno dei simboli di Londra, il Big Ben che troneggia in tutte le cartoline insieme al maestoso parlamento britannico.

Lungo il Tamigi non si possono trascurare altri due totem della città: la panoramica London Eye e l'imponente Tower Bridge, che ospita i gioielli della corona.

Ma Londra è anche ricca di musei, da quelli più "tradizionali", come il British Museum e la National Gallery, a quelli meno convenzionali, come il museo delle cere di Madame Tussauds - dove è possibile abbracciare Madonna e Lady Gaga - e il London Dungeon, il museo degli orrori in cui rivivere la leggenda di Jack lo Squartatore.

Gli amanti dei Beatles non possono non fare un salto in Abbey Road per attraversare le strisce pedonali come nella copertina dell'omonimo album dei fab Four. Ce n'è anche per i fan dei Rolling Stones: al locale-museo Sticky Fingers, Bill Wyman - ex bassista degli Stones - ha raccolto memorabilia e gadget della band più irriverente e scandalosa del Regno Unito.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019