Excite

Arrivano le t-shirt "parlanti" per farsi capire all'estero

  • Facebook

Chi conosce tante lingue parte avvantaggiato nelle trasferte all’estero, ma si tratta di una minoranza di viaggiatori a fronte di numerosi “sprovveduti” che al primo inconveniente rischiano equivoci, brutte figure e disagi anche seri lontano dal Paese d’origine.

Viaggio all’estero economico, mete da consigliate dalla Cambogia alla Costa Rica

In attesa che il leggendario Esperanto diventi patrimonio comune a tutti i popoli, c’è solo un modo per trovare soluzioni “pronto uso” a problemi di interazione tra persone di diverse zone del mondo divise da insormontabili barriere linguistiche: il linguaggio dei segni, che nell’era del villaggio globale significa icone.

La geniale invenzione di tre giovani reduci da un viaggio in Oriente caratterizzato da svariati “qui pro quo” più o meno “fantozziani” con gli abitanti delle città visitate, prende spunto proprio da vecchi problemi per offrire un moderno strumento di comunicazione intercontinentale, individuato nella rappresentazione grafica di richieste frequenti del turista medio di qualsiasi nazionalità.

(Le t-shirt del viaggiatore della startup “IconSpeak” spopolano sui social network)

Dal simbolo dell’aereo per indicare l’esigenza di trovare il più vicino scalo al disegno di mezzi di trasporto come auto, bici, moto, passando per sintesi in immagini di necessità comuni a tutti o quasi i “giramondo”, non manca nulla nelle t-shirt ideate dalla startup IconSpeak e (considerata l’enorme eco riscossa sui social dalla trovata) il successo di tale prodotto sembra assicurato.

Sono 40 le iconcine stampate sulle magliette da turisti internazionali, mentre sullo stesso filone ben presto potrebbero muoversi gli attesi gadget con immagini universali e “parlanti”, in grado di risolvere gran parte degli equivoci classici del viaggiatore lontano da casa.

I 3 amici ai quali si deve l’innovativo progetto, nel corso di una recente vacanza in terra asiatica, avevano incontrato difficoltà enormi nella ricerca di assistenza per una moto guasta, rischiando seriamente di rimanere “a piedi” in mezzo ai villaggi rurali del Vietnam: sarebbe probabilmente bastata qualche icona a tirarli fuori da quella situazione a dir poco spiacevole.

Pubblicato da Marco Franco - Profilo Google+ - Leggi più articoli di Marco Franco

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017