Excite

Bandiere Blu 2010, scattano le polemiche

Sono state assegnate solo martedì le Bandiere Blu 2010, ma subito sono scoppiate le polemiche. Conquistare un buon posto in classifica vuol dire avere più turisti, si capisce quindi perché le Regioni meno premiate abbiano storto il naso.

L'elenco delle località premiate

A protestare, quest'anno, è la Sardegna dove le Bandiere Blu potranno essere piantate solo in due località: Santa Teresa di Gallura-Rena Bianca e La Maddalena-Punta Tegge Spalmatore. La responsabile tecnico scientifico del programma, la microbiologa dell'Enea Carla Creo, ha però spiegato: 'Non vuol dire che il loro mare sia brutto, anzi al contrario, è stupendo. Il censimento è volontario, noi spediamo i formulari, ma sono i comuni a doversi candidare. Dalla Sardegna hanno risposto soltanto in cinque'.

A quanto pare, infatti, il problema è che le analisi delle acque richieste dalla Foundation for environmental education (Fee) Italia sono costose. E se la metà le finanzia la Regione, il resto, quasi mille euro, è a carico dei Comuni e spesso mancano i fondi. Fino a quest'anno la fondazione ha preteso due analisi al mese, da aprile a settembre. Ma dall'anno prossimo le cose cambieranno. La Creo ha affermato: 'Dal prossimo anno cambierà il regolamento internazionale: sarà obbligatorio un solo campionamento al mese'. La microbiologa però ha anche spiegato che nel dare il giudizio si considerano anche la gestione ambientale, i servizi, la sicurezza delle spiagge e l'educazione ambientale.

Foto: bandierablu.org

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019