Excite

Bologna, è in scena il patrimonio del 'Super8'

Ha avuto inizio il 27 ottobre la terza edizione del festival 'Archivio Aperto' dell'Associazione Home Movies che fino al 6 novembre, a Bologna, presenterà al pubblico il cinema privato delle famiglie italiane. I visitatori ripercorranno la storia dell'Italia nel periodo degli 8 millimetri. Storie, raccontate attraverso le immagini, di vita quotodiana.

Protagonisti assoluti sono gli 11mila film in formato 8, super 8, 16 e 9,5 millimetri, i cui registi sono stati semplici cittadini. In mostra ci sono filmini amatoriali che, tuttavia, proprio per la loro natura in molti casi svelano la vera faccia dell'Italia.

Attraverso queste immagini vengono raccontate storie semplici, gesti comuni. Come i compleanni dei bambini o i matrimoni dei grandi. Le famiglie in vacanza e le prime utilitarie. Tutti racconti di un'epoca passata, ma che fa parte della nostra storia. Gente semplice, improvvisatasi regista per l'occasione, ha contributito a raccontare il nostro Paese.

Il 6 novembre, giornata di conclusione della manifestazione, in collaborazione con l'istituto storico Parri e la regione Emilia Romagna andrà in scena 'Il treno va a Mosca', serie di testimonianze sull'immaginario comunista degli anni Cinquanta.

Il festival 'Archivio Aperto' è realizzato con la collaborazione dell'Istituto Storico Parri e della Videoteca dell'Assemblea Legislativa-Regione Emilia-Romagna, con il sostegno di Fondazione del Monte di Bologna e Ravenna e Fondazione Carisbo nell'ambito del progetto 'Una città per gli Archivi' e della Soprintendenza Archivistica per L'Emilia Romagna – Ministero per i beni e le attività culturali e il contributo dell'Assessorato alla Cultura del Comune di Bologna.

Foto: memoriadelleimmagini.it

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020