Excite

I più bei borghi nelle Marche

Nelle Marche si trovano numerose cittadine collinari: i cosiddetti borghi di epoca medievale, ricchi di storia e di cultura, che sembrano essere rimasti fermi a centinaia di anni fa, senza segni di urbanizzazione, senza la vita frenetica e stressante che caratterizza le grandi città. Tra i vari borghi nelle Marche, ricordiamo Gradara, teatro del dantesto amore di Paolo e Francesca, e Urbino, eletta patrimonio dell'umanità, w città natale di Raffaello Sanzio

Cittadine medievali da scoprire

Tra i vari borghi nelle Marche, alcuni meritano sicuramente una visita.

Tra questi, Gradara, situata a soli 5 km da Cattolica, risale al XI secolo circa, quando in un documento storico viene citata la pieve di Santa Sofia. Dopo il dominio dei Griffo, dei Malatesti, e dei duchi Della Rovere, Gradara viene devoluta nel 1631 alla Chiesa insieme al ducato di cui fa parte, per poi essere ricompresa nel Regno d'Italia nel 1861. A caratterizzare Gradara è soprattutto la sua rocca, costruita come torre di guardia dai Griffo intorno al XII secolo. Le mura sono intervallate da 14 torri e da una porta fortificata che reca le insegne dei Della Rovere, dei Farnese e dei Malatesti.

Urbino, invece, è uno dei centri del rinascimento italiano, e dal 1998 patrimonio dell'umanità dell'UNESCO. Prima dominio gotico, nel 538 passa al re bizantino Belisario, quindi ai Franchi e ai Longobardi. I signori di Montefeltro, ghibellini, regnarono su Urbino dal XII al XVI secolo, e contribuirono in maniera determinante a conferire alla cittadina il suo attuale aspetto. A seguito dell'estinzione della dinastia dei Della Rovere, succeduti ai Montefeltro, il ducato nel 1625 passò sotto il dominio della Chiesa. Nel 1860 un plebiscito sancì l'annessione al Regno d'Italia.

Un altro borgo marchigiano che vale la pena di visitare è Monte Cosaro, che risale al X secolo, quando si sviluppò un primo nucleo abitativo intorno alla Pieve di San Lorenzo. Nel centro storico rimangono le torri di difesa ed avvistamento lungo le mura del 1300, mentre un altro nucleo, più recente, Borgo Stazione, è situato in collina, e comprende varie attività industriali e commerciali.

Una vacanza culturale

Le Marche, sia con i loro borghi che con le diverse conformazioni territoriali che comprendono, costituiscono un'attrattiva per migliaia di turisti ogni anno. Su molte colline marchigiane dominano ancora oggi borghi e villaggi, che si mantengono tuttora perfettamente conservati, e ripropongono atmosfere medievali e rinascimentali, con numerosi scorci architettonici che vale la pena vedere. Per chi volesse una vacanza diversa dalla solita costa Adriatica, i vari borghi nelle Marche potrebbero essere un'opportunità interessante

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017