Excite

Bruxelles, cosa vedere in 4 giorni: i simboli e le specialità della capitale belga

Bruxelles è una città estremamente raffinata e piena di arte che ha molto da offrire ai turisti. Per molto tempo è stata sottovalutata ma l’inserimento della meta tra le rotte dei principali voli low cost e la sua importanza a livello politico l’hanno messa al centro dei riflettori e dell’attenzione di molti turisti.Non è una capitale estremamente grande e, seppur sia piena di bellezza, si può girare anche in pochi giorni o in un weekend più lungo. Queste le cose principali da vedere per cogliere l’essenza della città.

    Facebook

I SIMBOLI DA NON PERDERE

I simboli principali della città si vedono, con tutta calma e tranquillità, in un giorno o, meglio, due. La prima tappa non può che essere la suggestiva Grand Place. Si tratta di una delle piazze più belle d’Europa, dichiarata Patrimonio Mondiale dell’Umanità dall’Unesco per la bellezza degli edifici che circondano i 4 lati e che mostrano i mestieri di pregio della città. C’è quindi il palazzo dei birrai, quello dei sarti e i palazzi dei commercianti e dei pittori. Ogni due anni, ad Agosto, tutta la piazza viene colorata da un tappeto enorme di fiori. Uno dei simboli della città da visitare è il Mannequin Pis, la statua in bronzo di un bambino che fa pipì che, secondo una leggenda, avrebbe spento proprio in questo modo una bomba che rischiava di far saltare in aria l’intera città. Impagabile un giro per i vicoletti e le viuzze caratteristiche che, dalla piazza Grand Place, si estendono nel resto della città. Merita una visita la cattedrale gotica di San Michele Gudule che ospita il pulpito barocco di Adamo ed Eva che tanti turisti attira.

LA PERIFERIA E I MUSEI

Non si può andare a Bruxelles e non vedere l’Atomium. Questa imponente struttura alta 102 metri e composta da 9 sfere si trova alla periferia nord della città. Le sfere che hanno un diametro di 18 metri formano gli atomi di un cristallo di ferro (da qui il nome). Ognuna di queste spesso ospita eventi, convegni e feste. In zona merita una visita anche il parco Bruparck che con la sua mini europa (300 riproduzioni dei simboli architettonici del continente) piacerà a grandi e piccoli. Chi ama l’arte non potrà farsi mancare una visita al museo delle Belle Arti che racchiude in 4 musei la storia artistica antica e moderna. Il museo di Belle Arti insieme al museo di Magritte si trovano dentro un palazzo neoclassico in pieno centro. Un altro museo interessante è quello del fumetto, una forma d’arte a cui la città tiene molto. C’è infatti un vero e proprio percorso del fumetto per tutta Bruxelles che porta a visitare 30 murales giganti sparsi per la capitale. Anche le stazioni della metro vanno visitate con le loro installazioni artistiche.

DELIZIE DA VEDERE E MANGIARE

Imperdibile una visita al museo del cioccolato che a Bruxelles è una sorta di istituzione. Sculture enormi e piccolissime ma anche praline e cioccolatini da assaggiare. Se si amano i dolci, Bruxelles è la città ideale. Concedetevi un giro tra le vie del centro e regalatevi una passeggiata tra le vetrine delle cioccolaterie belghe. Da assaggiare i waffel (gaufress) morbidissimi e serviti con panna e cioccolato caldo. Ma Bruxelles offre molto anche agli amanti del “salato”. Lo street food per eccellenza, quello consigliato, è il cono di “moules et frites” ovvero cozze e patatine fritte. Da annaffiare rigorosamente con una buona birra locale.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019