Excite

Buenos Aires: cosa vedere della capitale dell'Argentina

Buenos Aires è una città immensamente grande: se non sapete dove cominicare, ecco le attrazioni da non perdere e i luoghi che meritano una visita, a partire dalla celebre Plaza de Mayo, che risale al 16esimo secolo. All'estremità orientale si trova la Casa Rosada, il palazzo presidenziale. Qui hanno avuto luogo numerosi raduni e proteste politiche, tra cui quella delle madri di Plaza de Mayo, donne che protestano per la scomparsa dei propri cari chiamati Desaparecidos. Di fronte alla Casa Rosada si trova il Cabildo, un affascinante vecchio edificio coloniale fronteggiato da arcate che un tempo circondavano la piazza.
    Wikimedia Commons

Recoleta

Questo è uno dei quartieri più alla moda di Buenos Aires: qui si trova l'Iglesia de Nuestra Señora de Pilar, una chiesa coloniale considerata un monumento nazionale. Ampi spazi e enormi giardini pubblici, tra cui la Plaza Francia, dove di domenica si tiene la fiera dell'artigianato, circondano la zona. Il Cementerio de la Recoleta sembra una destinazione un po' improbabile ma è una delle principali attrazioni turistiche della città: la tomba di Evita Peron attira sempre una grande folla, insieme a quelle dei presidenti del passato, di alcune stelle dello sport e scrittori.

Mataderos

Questo barrio prende il nome dai macelli che si trovavano nella zona, che è ancora sede di un mercato del bestiame. Qui si svolge uno degli eventi più incredibili di Buenos Aires, la Feria de Mataderos: ogni domenica si tiene una celebrazione delle tradizioni rurali del Paese, a base di musica folk, artigianato tradizionale e specialità alimentari regionali.

Cafe Tortoni

Non si può lasciare Buenos Aires senza prendere un caffè al famoso Caffè Tortoni, forse il più famoso in tutta l'Argentina, frequentato anche dalle celebrità già dal 1858. E ' usato come set in molti film, perchè mostra una parte importante della storia di Buenos Aires.

La Boca

Questo quartiere della classe operaia, in origine popolato da lavoratori portuali italiani, si è trasformato in una zona che ospita ristoranti e case di metallo colorate, una "tradizione" cominciata perchè i proprietari non avevano abbastanza soldi per comprare la pittura ed era difficile trovare un sacco di vernice dello stesso colore. In zona si trova il museo d'arte di Bellas Artes di La Boca dove si può vedere l'opera di Benito Quinquela Martín.

Il mercato delle pulci di San Telmo

Questa sezione della città conserva un po' del fascino coloniale degli anni passati ed è immersa nella storia della città. Era considerato un quartiere alla moda, fino a quando una epidemia di febbre gialla ha spinto gli abitanti a nord in quello che è ora il Recoleta. I bar di San Telmo ora sono considerati un ottimo posto per imparare a ballare il tango o almeno per guardare gli altri ballare, ai margini del mercato delle pulci.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017