Excite

Capri, la più cara d'Italia

E’ Capri la destinazione italiana più costosa in assoluto: lo rivela la classifica stilata da Hotels.com che, secondo l’Hotel Price Index, che ha messo a confronto i prezzi delle camere d’albergo, vede al primo posto l’isola che domina il Golfo di Napoli, seguita da Taormina e Viaareggio.

Capri, la più costosa d’Italia

Nonostante il crollo dei prezzi di camere e servizi del 18%, dovuto principalmente a una campagna di sconti sulle prenotazioni effettuate in anticipo, in media un soggiorno a Capri costa circa 203 euro a notte, contro i 140 di Taormina (in aumento del 6%) e i 138 di Viareggio (in diminuzione dell’1%). Tra le città più costose si trovano anche Stresa (dove un soggiorno costa in media 138 euro a notte) e Bolzano, che ha registrato un aumento del 7% (con 135 euro a notte).

Sardegna e Sicilia, le mete più convenienti

Chi vuole risparmiare, invece, può prenotare un soggiorno nelle isole maggiori: in Sardegna, ad Alghero e Olbia, i prezzi sono calati del 20%, attestandosi intorno a 110 euro per camera a notte. Un taglio probabilmente causato dal calo delle prenotazioni registrato l'aumento dei prezzi dei trasporti marittimi; in Sicilia, invece, calano i prezzi degli hotel ad Agrigento e Giardini-Naxos, ma anche a Palermo e Cefalù.

Lago di Garda, boom di aumenti

Il Lago di Garda, una delle mete preferite dai turisti stranieri, invece ha fatto registrare aumenti considerevoli: la località che ha segnato il più forte incremento dei prezzi in Italia è Limone sul Garda (+21%), dove in media si spendono131 euro per camera a notte. Aumenti a doppia cifra anche a Sirmione e a Riva del Garda, dove un soggiorno di una notte oltrepassa i 110 euro.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017