Excite

Casta in Ticino, spregiudicata in Italia la campagna per la stazione sciistica di Airolo.

Ha suscitato polemiche e lo sdegno del sindaco del comune montano Mauro Chinotti e di Marco Solari, presidente dell'ETT, la pubblicità in due versioni della stazione sciistica Ticinese di Airolo.

Per promuovere il turismo invernale in Svizzera Michel Ferrise, ideatore della campagna, ha ben pensato di far leva sull'erotismo saffico, proponendo, nella variante destinata all'Italia, l'immagine di due belle ragazze, una bionda e una mora, sul punto di baciarsi sotto lo sguardo sconsolato di un ragazzo, il cui stato d'animo è ben rappresentato dall'ironico slogan "Il fascino di andare in bianco".

Ed è' proprio la carta dell'ironia, del messaggio scherzoso che evidenzierebbe la simpatia della località, quella usata dal direttore dell'agenzia Elia Frappolli per giustificare questo ricorso all'amore lesbo e rispondere alle aspre critiche che gli sono state mosse.
Secondo lui gli Italiani, in particolare quelli del nord Italia che costituiscono il target privilegiato del messaggio, hanno una mente molto più aperta dei Ticinesi e possono essere sedotti solo utilizzando i mezzi giusti. In "casa" è invece meglio puntare su un tipo di comunicazione più sobria con i medesimi personaggi, ma in atteggiamento completamente diverso: le due modelle, infatti, sono sempre in primo piano, ma semplicemente abbracciate e ammiccanti, senza alludere in nessun modo ad una "inopportuna omosessualità".

Nonostante questa accortezza però la campagna non è stata assolutamente gradita dai diretti interessati al punto che potrebbe essere bloccata prima della diffusione perchè non è questa l'immagine che la località elvetica vuole dare di sè al bel paese. Che la Svizzera negli ultimi anni sia orientata al perbenismo rispetto al passato è cosa nota e dimostrata anche dalla politica anti-cannabis, un tempo permessa e venduta sotto forma di "sacchetti profumati" nelle famose casette ticinesi, poi vietata e sottoposti a sanzioni amministrative anche i consumatori, ma forse l'atteggiamento "bacchettone" dimostrato in questa occasione è eccessivo se non controproducente, considerato che il fine di una campagna è proprio quello di colpire e far parlare di sé e in un paese come l'Italia, in cui primeggiano pubblicitari come Oliviero Toscani, per apparire e farsi ricordare spingersi un po' oltre è sicuramente una strategia che paga.

Guarda lo spot

Scarica Flash Player per vedere il filmato.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017