Excite

Ciampino dice addio ai voli low cost: partiranno da Fiumicino

I voli delle compagnie aeree low cost si sposteranno dall'aeroporto di Ciampino a quello di Fiumicino: è questo lo scenario del futuro del trasporto aereo a Roma, ipotizzato dal ministro dei Trasporti Maurizio Lupi in un incontro con le regioni.

Ryanair ed Easyjet - due tra le principali compagnie low cost che attualmente operano a Ciampino - dovranno abbandonare l'aeroporto, considerato eccessivamente vicino al centro abitato e, per questo, fonte di inquinamento acustico e altri problemi strutturali.

Conseguentemente allo spostamento dei voli low cost a Fiumicino (che può contare su un ampliamento in parte già finanziato che ha avuto di recente il via libera dei ministri Orlando e Bray), l'aeroporto di Ciampino perderebbe una fetta molto importante del proprio traffico (solo quelli del colosso Ryanair valgono 5 milioni di euro all’anno) e sarebbe declassato a scalo per soli voli executive.

Un'alternativa a Fiumicino sarebbe rappresentata da una "rispolverata" del progetto dell'aeroporto di Viterbo, considerando però che sarebbe più scomodo per i passeggeri in arrivo da Roma che - in treno - ci metterebbero circa 2 ore. «Ciampino va declassato, su questo non ci sono dubbi. Ma Viterbo può avere un futuro solo se si finanzia il potenziamento dei collegamenti ferroviari, altrimenti è un progetto che non ha senso», ha precisato l'assessore reionale ai Trasporti del Lazio, Michele Civita.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019