Excite

Coldiretti, è boom di agricampeggi

Agli italiani piace l’agricampeggio: è questo il risultato che emerge da un’analisi effettuata da Coldiretti che, con Terranostra, è presente al Salone del Camper in corso alla Fiera di Parma fino al 18 settembre.

In agricampeggio a settembre

Secondo la rilevazione di Coldiretti, sono state censite quasi ottomila piazzole di sosta disponibili, mentre gli agricampeggi sono saliti a quota mille: si tratta di un particolare tipo di vacanza particolarmente apprezzato dai turisti che scelgono di partire a settembre e che desiderano raggiungere luoghi immersi nella natura come la montagna, i pachi e le campagne.

Una tendenza in aumento

Secondo i dati elaborati da Terranostra sulla base delle rilevazioni, negli ultimi 7 anni le piazzole di sosta messe a disposizione dagli agriturismi sono aumentate di quasi il 50%; tra le regioni più disponibili ad accogliere i turisti ci sono Abruzzo, Puglia, Campania e Veneto. A contribuire al boom degli agricampeggi in Italia, inoltre, sarebbe la possibilità di conciliare la vacanza all'aria aperta con il gusto per l’enogastronomia locale e per i menù a chilometro zero, nel rispetto della natura.

Cosa offrono gli agricampeggi

Gli agricampeggi offrono un’opportunità che solo in Italia è possibile cogliere. Come ha spiegato il presidente di Terranostra, Tulio Marcelli, il Belpaese è l'unico che offre ben 229 prodotti a denominazione riconosciuti dall'Unione Europea, 4.606 specialità tradizionali regionali, 331 vini Doc, 59 Docg e 119 Igt. Proprio per far conoscere ai turisti italiani e stranieri le nostre specialità, Terranostra e Campagna Amica hanno organizzato al Salone del Camper di Parma diverse degustazioni giornaliere che ogni giorno riguardano una provincia diversa.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017