Excite

Commissione europea: stop a tariffe aeree ingannevoli

In quest'era di voli low cost, no cost e "vi paghiamo noi basta che saliate sull'aereo", è esperienza comune prendere di corsa un meraviglioso volo a 10 cent ("Che occasione! Thailandia andata e ritorno business class") e vederlo lievitare, al momento di pagare, fino a cifre mostruose. Ehhh sono le tasse, i supplementi, il carburante, l'assicurazione...ed è così che il povero aspirante passeggero viene gabbato e mazziato.

Sembra però che la Commissione Europea abbia finalmente intrapreso azioni volte a tutelare il consumatore-viaggiatore proteggendolo dalla "pubblicità ingannevole" presente sui siti delle compagnie aeree: stando a quanto rivela la BBC 200 siti di compagnie aeree sono a rischio chiusura se entro la fine dell'anno non si metteranno in regola con le normative europee, eliminando offerte volutamente fuorvianti e promesse ingannevoli. In base al rapporto prodotto dalle autorità aeree nazionali le infrazioni più comuni sarebbero prezzi pubblicizzati senza tener conto di tasse e imposte varie, offerte più convenienti (per il passeggero) abilmente occultate e pacchetti assicurativi obbligatori. Le compagnie aeree "canaglia" sono state invitate a correggere i loro siti e per ora quindi i loro nomi non verranno resi noti.

Una cosa però si sa: le compagnie aree belghe sono le peggiori di tutte, ben 46 dei 48 siti esaminati infrangevano le leggi comunitarie! L'Austria è invece risultata particolarmente ligia: nemmeno uno dei 20 siti di compagnie aeree austriache è stato "pizzicato" con offerte civetta sulla home page. Quindi, o viaggiatori dell'Europa tutta, siete avvertiti: se proprio dovete fare il biglietto, che almeno sia austriaco!

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017