Excite

Controlli sicurezza aeroporto Natale 2015, ecco cosa cambia dopo gli attentati di Parigi

  • GettyImages

di Laura Abbate

Massima allerta negli aeroporti dopo gli attentati di Parigi. In tutti gli scali europei sono stati rafforzati i controlli e alcuni voli vengono anche fermati prima della partenza se le autorità competenti nutrono anche solo il minimo sospetto.

Che cosa dovranno aspettarsi coloro che decideranno di partire in questi giorni o comunque da qui ai prossimi mesi? Ve lo spieghiamo di seguito. Chi ha già prenotato per le vacanze di Natale 2015 e per Capodanno 2016 troverà negli aeroporti una situazione molto simile a quella del Natale 2001, il primo dopo l'attentato terroristico alle Torri Gemelle. Che cosa vuol dire? Ci saranno code ai metal detector, i controlli saranno scrupolosissimi, la vigilanza sarà rafforzata, se nei bagagli saranno trovati oggetti o banalmente difficilmente identificabili le autorità sono autorizzate a fermare il passeggero per ulteriori spiegazioni che, se non convincono, potranno essere messe in discussione. Il numero dei poliziotti è cresciuto vertiginosamente all'interno di tutti gli aeroporti europei. Dal punto di vista dei controlli dei documenti, i database saranno costantemente aggiornati e non ci sarò una netta divisione tra chi vive all'interno dell'Unione Europea e chi invece viene dall'estero. Si prevede un coordinamento tra tutte le forze e le agenzie terroristiche. Controlli anche sul personale che lavora negli aeroporti, tutti piloti, comandanti, hostess e steward saranno controllati. In tutto questo quindi calcolate che è possibile che i tempi di imbarco e check in siano un po' dilatati, tenetene conto per evitare di perdere il volo.

Partire per Parigi si può, ecco come

Gli addetti ai lavori fanno sapere che entro tre settimane ci sarà un vero e proprio piano d'azione per tutti gli aeroporti che baserà il suo funzionamento proprio sul rafforzamento dei controlli e sulla non distinzione tra passeggeri proveniente dall'Ue e quelli invece che arrivano dall'estero. I terroristi non necessariamente provengono dal Medio Oriente spesso sono nati e cresciuti in Europa. Per quanto riguarda l'Italia, l'Enac fa sapere che la situazione è sotto controllo, che le misure di sicurezza sono state intensificate e per questo motivo "si rinnova l’invito ai passeggeri in partenza a recarsi negli aeroporti in anticipo rispetto ai tempi normalmente previsti" dicono.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020