Excite

Cresce l'enoturismo, grazie al web 2.0

Social media e siti internet, profili facebook e Twitter, applicazioni per tablet e smartphone e marketing virale sulla Rete: il web 2.0 trionfa sulla promozione dell'enotrurismo in Italia.

Internet è diventato ormai il canale d'informazione "più autorevole" per scegliere la destinazione enoturistica: è il dato che si evince dopo la prima giornata della Conferenza Internazionale sul Turismo del Vino, aperta ieri a Perugia.

In programma dal 30 gennaio al 2 febbraio, la Conferenza è stata organizzata grazie alla partnership tra Wine Pleasures e "Movimento turismo del vino italia", e vede la partecipazione di 300 professionisti da 40 Paesi, che discuteranno dell'evoluzioen del turismo del vino che quasi coinvolge 3 milioni di italiani.

Stando ai dati del 2010 dell'Osservatorio Nazionale del Turismo, l'enoturismo ha un valore 6 volte superiore alla media nazionale: il 10,6% dei turisti utilizza il web per informarsi su una meta enoturistica.

Durante la Conferenza, Chiara Lungarotti, presidente Movimento Turismo Vino, ha fatto presente che: "Il web insieme al passaparola, hanno determinato sino ad oggi il successo del turismo nei territori vinicoli, molto più dei canali tradizionali di promozione e molto più dei media.
La ricerca sulle nostre cantine associate evidenzia il ruolo fondamentale che la rete (con i suoi blog) ha nella scelta della vacanza: per il 66,3% dei nostri produttori, 2 clienti su 3 scelgono l'itinerario e la visita in cantina da soli sul web
".

Alla conferenza, è intervenuto anche Piero Gnudi, ministro del Turismo, che ha sottolineato come "Fondere la dimensione local con quella global, anche attraverso le tante e nuove opportunità che arrivano dalla rete, è una strategia di rilancio opportuna ed efficace per un Paese come il nostro che ha tutte le caratteristiche per imporsi a livello internazionale anche in questo comparto".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018