Excite

Crisi, boom dell'eco-camping

La crisi economica si fa sentire e , tra l’aumento del costo della vita, il caro benzina e l’aumento delle tariffe autostradali, è in aumento il numero dei turisti che sceglie il campeggio per una vacanza low cost ed ecologica, prediligendo soprattutto le località lontane dal turismo di massa.

Alla ricerca della natura incontaminata

La tendenza che si sta affermando negli ultimi anni è quella dell’eco-camping: i campeggiatori abbandonano le strutture del turismo di massa - sempre più “vicine” ai villaggi vacanze e occupati da roulotte 'parcheggiate' lì in pianta stabile - per spostarsi a piedi, in camper o con i mezzi pubblici alla scoperta di luoghi incontaminati, dove piantare la tenda e godersi lo spettacolo della natura. Oltre ad essere particolarmente economica, poi, la vacanza intesa in questo modo è anche ecologica: "il vantaggio del camper e della tenda è quello di non lasciare modificare in alcun modo l'ambiente che ci circonda, basta avere l'accortezza di non sporcare", spiega Pasquale Zaffina, presidente dell'Associazione campeggiatori turistici d'Italia (Acti).

Le mete preferite dai campeggiatori

Le valli dell’Alto Adige, le spiagge della Basilicata e l’entroterra molisano o toscano: sono queste le mete preferite dai campeggiatori per l’estate 2011, in cui si conferma il trend al risparmio. L’obiettivo è limitare le uscite e abbreviare il più possibile le distanze, “anche perché è quasi impossibile convertire a metano il motore a gasolio degli autocaravan”, per risparmiare e per riscoprire luoghi suggestivi e poco frequentati, evitando i mega-campeggi attrezzati e super affollati. Molto gettonato anche il tour tra rocche medievali e boschi, alla scoperta dei laghi e dei valichi montani più suggestivi d’Italia.

In campeggio con il treno e con il bus

Per evitare di restare imbottigliati nel traffico o di trascorrere lunghe giornate alla guida, sono tantissimi i campeggiatori più o meno giovani che scelgono il treno o il bus per i propri spostamenti: scegliere un mezzo di trasporto alternativo all’auto, infatti, è un modo per contenere i costi del viaggio che, tra aumenti delle tariffe autostradali e rincari della benzina, potrebbe incidere notevolmente sul costo della vacanza.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017