Excite

Ecco perchè gli aerei hanno le ali leggermente piegate

  • Facebook

Se vi chiedessimo di disegnare un aereo, probabilmente, lo disegnereste con due ali belle dritte. Così ce lo immaginiamo e così pensiamo di averlo sempre visto. In realtà – e qualcuno di voi se ne sarà accorto – gli aerei hanno le ali leggermente piegate verso l’alto. Vi siete mai chiesti il perché?

Arriva la carta d’identità last minute in aeroporto

Manco a dirlo si tratta di una questione aerodinamica. In realtà, questa leggera flessione, sarebbe proprio la condizione principale che manterrebbe gli aerei in volo. I velivoli che tutti noi ormai prendiamo spesso, sono ispirati agli uccelli. Diversi decenni fa, quando gli ingegneri della Nasa progettarono i modelli attuali, si ispirarono proprio ai volatili e alle loro piume rivolte verso l’altro. Questa necessità deriva dal fatto che, durante il volo, alle estremità delle ali si formano dei vortici di aria che possono colpire la traiettoria di aerei vicini durante la crociera o le fasi di atterraggio o decollo.

Le ali all’insù diminuiscono questo fenomeno, riducono il rumore e facilitano il “taglio dell’aria” che permette una crociera più fluida e quindi un consumo ridotto del carburante. La forma attuale delle ali è abbastanza recente. È stata infatti introdotta solo nel 1980 quando la Nasa introdusse il Boeing 747 dando il via alla massificazione dei voli commerciali.

Prima di quell’anno le ali degli aerei avevano un’altra forma ma il cambio ha rappresentato un guadagno notevole. Le compagnie oggi risparmiano il 20% del carburante rispetto al secolo scorso e i passeggeri volano su mezzi decisamente più stabili.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017