Excite

Carnevale di Ivrea 2013, le immagini della battaglia delle arance

È uno dei riti legati al carnevale più spettacolari e antichi d’Italia e quest’anno si ripeterà ancora domani e martedì grasso a partire dalle 14: è la battaglia delle arance, momento culminante del Carnevale di Ivrea, che oggi pomeriggio ha visto scatenarsi centinaia di persone, tra aranceri a piedi pronti a prendere di mira i carri a suon di arance.
La battaglia delle arance, secondo la tradizione, ha origine da un evento realmente accaduto: il popolo decise di ribellarsi a un tiranno dispotico che esercitava il proprio potere sulla città e che decise di esercitare lo ius primae noctis su una giovane mugnaia che si ribellò e guidò la rivolta popolare.
Ancora oggi la mugnaia è considerata l’eroina del carnevale e viene celebrata con accanto il Generale con il suo Stato Maggiore, con gli Ufficiali e le graziose Vivandiere, con le divise blu e rosse dell'esercito napoleonico, incaricati di vegliare sul corretto svolgimento della festa.
Ancora oggi la mugnaia è considerata l’eroina del carnevale e viene celebrata con accanto il Generale con il suo Stato Maggiore, con gli Ufficiali e le graziose Vivandiere, con le divise blu e rosse dell'esercito napoleonico, incaricati di vegliare sul corretto svolgimento della festa.
Durante la battaglia, i carri trainati da pariglie o quadriglie di cavalli ospitano una decina di "aranceri", protetti da vistose imbottiture e da grandi maschere di cuoio con grate di ferro per riparare il viso, mentre a terra centinaia di persone lanciano le arance. Alla fine della battaglia, una commissione assegna un premio alle bande e ai carri più forti e leali. Fonte: Getty Images

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017