Excite

Hotel in Sardegna, dall'8 maggio si dorme a 10 euro

  • Wikimedia Commons

Una campagna promozionale per il settore del turismo in Sardegna, per combattere il sommerso: è l'iniziativa degli operatori turistici regolari che dall'8 maggio, per un solo giorno, offriranno camere d'albergo a soli 10 euro a notte. Un'offensiva messa a punto durante un convegno promosso da Federalberghi e Confcommercio per contrastare il dilagare delle seconde case in nero, dei B&B non autorizzati o delle strutture di agriturismo irregolari che, ogni anno, si accaparrano il 60% degli arrivi sull'isola.

"Questa vuole essere una protesta degli albergatori ma anche un messaggio agli amministratori: più controlli nei territori, perchè l'abusivismo crea disoccupazione, blocca il sistema e fa incassare zero euro di imposte sia allo Stato sia al Comune", ha spiegato Agostino Cicalò, presidente di Confcommercio regionale. L'iniziativa parte appunto l'8 maggio in 16 alberghi tra Dorgali e Cala Gonone, nel Golfo di Orosei, dove si potrà dormire con soli dieci euro a notte, ma verrà replicata per tutto il mese in ogni provincia della Sardegna, con le stesse modalità.

"Il Crenos ha calcolato che solo un turista su quattro, tra quelli che arrivano nell'Isola, sceglie le strutture recettive regolari. La spesa per gli alloggi non registrati è pari a 700 milioni di euro, e sempre per gli alloggi il valore dell'evasione è di 350 milioni, pari al 32% della spesa complessiva", ha detto il presidente regionale di Federalberghi, Giorgio Macciocu. A presentare i dati è stato invece l'ex assessore regionale al Turismo, l'albergatore Luigi Crisponi. "Dai numeri su internet nei portali dedicati si scopre che in Sardegna ci sono 1750 case vacanze, mentre negli elenchi della Regione ce ne sarebbero 1400".

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020