Excite

Hotel, Venezia la città italiana più cara

  • Wikimedia Commons

E' Venezia la città italiana più cara dove soggiornare. E' questo il risultato della rilevazione mensile dell'osservatorio di trivago.it, il portale di comparazione prezzi secondo il quale le tariffe alberghiere a ottobre sono in calo rispetto al mese precedente per le principali destinazioni europee.

Guarda le foto delle città con gli hotel meno economici

Un soggiorno in camera doppia in Europa costa in media 144 euro, il 4% in meno rispetto a settembre. Stabile il prezzo di una notte negli alberghi italiani, in media di 128 euro a camera.

Venezia è seconda solamente a Ginevra: per una notte nella laguna si spendono in media 237 euro, una decina di euro in meno rispetto alla città svizzera dove si sfiora la cifra record di 250 euro a notte.

In Italia è da rilevare l'aumento dei prezzi degli hotel a Genova, in vista del Salone nautico in programma fino al 14 ottobre (+38%, circa 144 euro a notte). Listini in salita anche a Torino (+13%), a Catania (+3%, 92 euro) e Roma (+4%, 165 euro), mentre si rileva una leggera flessione a Bologna (-8%, 121 euro) e Cagliari (-7%, 90 euro). Trapani è la città meno cara (68 euro a notte), seguita da Sassari (70 euro) e Reggio Emilia (76 euro).

Il Veneto invece si conferma la regione più cara (173 euro), ma sul podio delle città meno economiche si piazzano anche Positano e Taormina. Per quanto riguarda l'analisi regionale, in Abruzzo e in Molise le tariffe alberghiere sono le più economiche, rispettivamente a quota 81 euro e 88 euro per notte in camera doppia.

In Europa, le mete più economiche sono Bucarest (76 euro), Varsavia (79 euro) e Atene (83 euro), ma rispetto a settembre il maggiore calo dei listini si è avuto a Berlino (-23%), Dublino (-13%), Stoccolma (-12%), Copenaghen (-11%) e Praga (-11%). Tra le mete che hanno invece registrato un aumento in confronto a settembre, c'è Madrid (123 euro in camera doppia, +18%), Roma (+4%) e Budapest (+2%).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020