Excite

'I Viaggi del Ventaglio', interviene la Farnesina

In seguito al fallimento del tour operator 'I Viaggi del Ventaglio', dichiarato dal Tribunale di Milano, è intervenuto il Ministero degli Affari Esteri. La Farnesina ha fatto presente 'l'urgenza di istituire, con apposito provvedimento di legge, un fondo nazionale di garanzia per i viaggiatori'.

Come spiegato dallo stesso Ministero, si tratta di una proposta di legge 'più volte presentata su iniziativa del ministro Franco Frattini che ha l'obiettivo di istituire un meccanismo che, dietro il versamento di un contributo minimo, intorno ai 50 centesimi, a carico di ciascun viaggiatore all'atto dell'acquisto di un pacchetto turistico, consentirebbe di prestare un'efficace assistenza, fino anche al rimpatrio, dei turisti vittime dei fallimenti di operatori del settore'.

Il responsabile consumatori Antonio Lirosi e il responsabile turismo Armando Cirillo, del Pd, hanno però espresso delle critiche a tal proposito. I due domandano 'a cosa serve il ministro del Turismo se le risorse disponibili sul Fondo nazionale per gli indennizzi dei turisti truffati ammontano soltanto a 248mila euro, cioè spiccioli rispetto alle necessità? Evidentemente il ministro è soltanto interessato a realizzare spot milionari per Magic Italy e a continuare a spendere per il costosissimo portale Italia.it'.

Nel frattempo sono insorte le associazioni dei consumatori. Il Codacons, che ha annunciato un'azione di danno, ha accusato l'Astoi, l'associazione dei tour operator, di aver detto che 'la situazione era abbastanza prevedibile' e di non aver 'avvertito, tramite le associazioni dei consumatori, del rischio che si correva a prenotare con quella società'.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017