Excite

Il Balestro del Girifalco

Ogni anno, la quarta settimana del mese di maggio e la seconda di quello di agosto, seguendo una tradizione che si perde nei secoli, a Massa marittima viene organizzata la manifestazione per il Balestro del Girifalco, festa tradizionale che riesce a catturare l'attenzione dei cittadini e dei numerosi turisti che vi assistono.

Di particolare interesse è la visita a questa singolare cittadina immersa nelle colline metallifere della Toscana; il nostro itinerario attraverso Massa Marittima inizia con la visita della Cattedrale dedicata a San Cerbone, al cui interno sono custodite opere e dipinti di estrema bellezza e importanza e che sorge sulla piazza principale del paese, costruita nel corso del 1200, continuando incontriamo il Palazzo del Pretorio, imponente costruzione realizzata durante il XIII secolo e che oggi ospita un dipinti attribuito ad Ambrogio Lorenzetti. Se proseguiamo il nostro percorso alla scoperta dei monumenti di Massa Marittima, una sosta obbligatoria va riservata al Palazzo del Comune, sul quale si articolano alcune deliziose loggette, l'antica Palazzina della Zecca, dove si lavorava alla coniazione delle monete, la Fortezza Senese che domina l'intero abitato ed infine cagli edifici sacri: la Chiesa di Sant'Agostino, la Chiesa di San Rocco e la Chiesa di San Francesco, la cui costruzione, secondo la leggenda avvenne per mano del santo cui è intitolata.

La manifestazione popolare del Balestro del Girifalco che si svolge annualmente nella cittadina toscana, fu riportata in vita nel 1960, ed ancora oggi i Terzieri del paese vi partecipano e si esibiscono in una gara di abilità con la balestra, per ottenere la vittoria. I festeggiamenti per il Balestro durano tutta la giornata e prevedono la sfilata di un sontuoso corteo in abiti quattrocenteschi lungo le vie cittadine; la gara tra i rappresentanti dei terzieri si svolge per tradizione nella piazza principale del paese, quella antistante la Cattedrale e i balestrieri impugnano una balestra, realizzata come quelle che erano in uso nel 1400. I Terzieri che si affrontano durante la manifestazione rappresentano le tre parti in cui storicamente si divide la cittadina di Massa Marittima:
- Cittanova, che simboleggia la parte della città più moderna che si formò intorno al 1100, dopo la massiccia migrazione verso il castello di minatori e lavoratori;
- Cittavecchia, simbolo dell'originario nucleo abitativo di Massa Marittima che sorse ai piedi del castello di Monteregio;
- Borgo, che insieme a Cittavecchia è il terziere più antico, e simboleggia la creazione di una parte della città nel X secolo.

Lo scopo della gara è quello di colpire un bersaglio, il Corniolo, che è ad una distanza di circa quaranta metri dal Balestriere e che si trova al centro di un disegno rappresentante un falco; ad affrontarsi in questa esibizione di abilità saranno ventiquattro balestrieri, otto per ogni fazione e quello che riuscirà a posizionare la freccia più vicino al bersaglio regalerà la vittoria, simboleggiata da un drappeggio dipinto,al proprio Terziere.

La città di Massa Marittima è facilmente raggiungibile, provenendo da nord sarà infatti sufficiente prendere l'autostrada che collega Bologna a Parma, continuare con attraverso la A1 che condurrà a La Spezia, continuare lungo l'autostrada Livorno Genova per circa 80 km, poi seguire il tracciato dell'Aurelia che da Roma Conduce a Follonica ed infine seguire le indicazioni per Massa marittima lungo la strada Satale 439. L'itinerario da seguire per chi proviene da Roma invece è quello della via Aurelia che dalla capitale conduce a Genova, uscire a Scarlino, seguire prima le indicazione per Cura Nuova e poi quelle per Massa Marittima; partendo da Firenze il percorso migliore è quello attraverso la Strada statale numero 2, prendere l'uscita per Collevaldelsa e seguire le indicazioni per Massa Marittima.

Maggiori informazioni su Maremma Toscana, Massa Marittima

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017