Excite

Il giro del mondo… sul divano

Saltare da un divano all’altro per una vacanza low cost: è questa la filosofia alla base del couchsurfing, un progetto nato nel 2003 per merito di Casey Fenton, un programmatore 25enne del New Hampshire, che ha creato una community online.

Che cos’è il couchsurfing

Per entrare a far parte della comunità dei viaggiatori da divano, basta iscriversi al sito (riservato ai maggiorenni), inserendo i propri dati e verificando la disponibilità di un posto letto da parte di uno dei soci. E’ possibile anche ospitare un turista, offrendo il proprio divano per una notte o per un semplice giro turistico per la città, sempre a titolo gratuito.

Il galateo del couchsurfer

Ovviamente, anche se il couchsurfer viene accolto in casa gratuitamente, sarebbe carino ricambiare la cortesia con un piccolo souvenir o con qualche prodotto tipico del nostro Paese da offrire al padrone del divano. Inoltre, se volete accogliere in casa qualche turista straniero iscritto alla community, ma avete paura che si tratti di un malintenzionato che magari danneggi l’appartamento o vi derubi, sul sito è possibile visionare un vero e proprio feedback del couchsurfer, che raccoglie i commenti positivi o negativi degli altri padroni di casa.

Le mete preferite dai couchsurfer

Il fenomeno del couchsurfing negli ultimi anni, complice la crisi economica, è cresciuto in maniera esponenziale: in questo modo il risparmio, almeno sull’alloggio, è garantito. Fino a oggi sono state registrate oltre due milioni di “scambi di divano”; tra le città più apprezzate dai couchsurferci sono Parigi, Londra e Berlino, ma nella lista dei desideri il podio è conquistato da Montreal, Istambul, e Vienna, seguite dalle bellissime Melbourne e New York.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017