Excite

Il mostro dello shopping apre a Mondovì

Lo chiamano centro commerciale "di terza generazione", che un po' fa venire alla mente "incontri ravvicinati di terzo tipo", ed in effetti il posto un che di cittadella aliena ce l'ha: 395mila metri quadri, tutti dedicati al consumo ed ai suoi complementi. Sì, complementi, perchè dopo un po' che si gira per un centro commerciale, per quanto "shopalic" si possa essere, un po' di sindrome di Sthendal viene a tutti e quindi i "diabolici" progettisti hanno pensato di integrare nel tempio dell'acquisto anche ampi spazi di "decompressione": un parco da 70.000 metri quadri, parchi giochi, campo da calcetto, muro d'arrampicata, cinema...così dopo un po' di sano relax si può ritornare allo shopping freschi e riposati invece di andarsene stanchi e innervositi pensando "mai più".

Guarda le immagini del centro commerciale

Scherzi a parte, il progetto è davvero innovativo: a parte le dimensioni è proprio il concept ad essere per ora unico nel suo genere in Italia. Mondovicino è concepito come un posto in cui si possa quasi pensare di andare in vacanza: albergo, prato per il picnic, stradine linde e pinte, il mare e i monti lì a portata di mano. E prima o poi sarà così, la gente invece di andare in riviera si fermerà a metà strada e poi una puntata al mare, fra una borsa all'outlet a un salto all'Ipercoop la si può sempre fare.

Andrea Caramelli e la sua famiglia, imprenditori monregalesi "genitori" di mondo vicino l'hanno pensata bene: il bacino di utenza è enorme (non a caso l'uscita che lo collega direttamente all'A6 gode di 15 caselli!), Torino, Savona, la riviera, il sud della Francia...non solo residenti ma anche vacanzieri diretti verso le settimane bianche o le ferie in riviera, come si sa più propensi a spendere.
Naturalmente ci sono state proteste da parte dei commercianti di Mondovì, i quali temono di essere schiacciati dal mostro dietro casa. "Mondovicino - ha detto il presidente della provincia di Cuneo Raffaele Costa tentando di rassicurarli - dovrà creare qualcosa in più per tutti, maggiore reddito in generale, anche per le altre realtà del territorio. E' un obiettivo non facile ma che, con lo sforzo e l'impegno di tutti, potrà essere raggiunto". Sta di fatto che a Mondovicino c'è veramente di tutto, non solo l'outlet e la grande distribuzione ma anche i negozi tradizionali, persino un "food discount". Riusciranno le piccole realtà del territorio a non farsi fagocitare?

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017