Excite

India, Festival di Primavera

Durante il primo plenilunio di marzo, quando l'inverno lascia il posto alla primavera, in India si celebra il Festival dei colori di Holi. Tra dolci e bevande tutti quanti si dipingono l'un l'altro il viso di colori sgargianti, esclusivamente naturali, e si lanciano addosso polveri colorate così da trasformarsi in veri e propri arcobaleni.

Guarda alcune immagini del Festival dei colori di Holi

Il Festival è celebrato soprattutto nel nord dell'India ed è conosciuto anche con il nome 'Vasant Mahotsava', il termine 'vasant' vuol dire infatti 'primavera'. E quale modo migliore per festeggiare l'arrivo della primavera se non con i colori che, in questo periodo, invadono tutto il Paese. L'ottimale per celebrare questa festa è vestirsi di bianco, mescolarsi tra la gente e lasciarsi colorare.

L'origine del Festival dei colori di Holi è mitologica e dovrebbe risalire intorno al 300 A.C.. La storia più famosa è quella del principe Prahlada devoto del Dio indù Vishnu. Secondo la leggenda Prahlada era figlio del crudele re Hiranyakashipu che voleva essere adorato come un dio da tutti compreso il figlio. Ma Prahlada si oppose e così Hiranyakashipu decise di far uccidere il figlio. Ma la devozione per Vishnu salvò la vita a Prahlada. Allora il re ordinò alla sorella Holika di stringere Prahlada a sè e sedersi in mezzo a una pira, pensando che questo potesse essere l'unico modo per liberarsi del figlio. Ma Prahlada riuscì a sopravvivere mentre Holika, dopo aver aver chiesto e ottenuto il perdono del ragazzo, perì tra le fiamme. Per questo motivo la notte di luna piena, vigilia della festa, vengono accesi ovunque enormi falò.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017