Excite

Ischia, il monte Epomeo potrebbe eruttare da un momento all'altro

Il monte Epomeo, sull'isola di Ischia, potrebbe in futuro rappresentare un problema. La sua ultima eruzione risale al 1.300 e in questi ultimi secoli il suo cono è cresciuto di 800 metri, il che vuol dire che sta caricando la sua camera magmatica. A parlare della pericolosità del monte Epomeo è stato il Capo della Protezione Civile, Guido Bertolaso, durante una conferenza stampa in cui ha illustrato il quadro dei rischi collegato ai vulcani in Italia.

'Se dovessi dire potenzialmente qual è il vulcano con 'il colpo in canna' direi che non è il Vesuvio ma l'isola di Ischia' ha detto Bertolaso. Sull'isola, infatti, c'è un vulcano attivo, ma in pochi sembrano percepire il rischio. Sono molti, invece, coloro che parlano delle conseguenze di un possibile risveglio del Vesuvio.

Secondo Bertolaso il Vesuvio rappresenta il 'problema di Protezione Civile più grande nel nostro Paese'. Al momento, infatti, il vulcano è 'bello tranquillo', ma 'nel caso di un risveglio la situazione sarebbe drammatica'. Si sà che un'eruzione del vulcano sarebbe anticipata da segnali, ossia forti scosse di terremoto. Ma un suo risveglio provocherebbe una vera e propria situazione di emergenza.

Secondo i dati ufficiali, infatti, nella cosiddetta 'fascia rossa', che comprende 18 comuni dell'area vesuviana sviluppatisi negli ultimi sessant'anni attorno al vulcano, vivono almeno mezzo milione di persone. Non solo. Potrebbe essere inserita nella zona rossa e nei piani di evacuazione di massa anche una parte del capoluogo campano.

Foto: wikipedia.org

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017