Excite

Itinerari senza auto in Svizzera

In primavera, la Svizzera si tinge di verde e l’ideale per attraversare i suoi panorami senza nuocere alla natura è un bel tour itinerante che lascia a casa l’auto per spostarsi invece in bicicletta o a bordo di un battello o una canoa.

Per gli amanti delle due ruote, uno dei percorsi più suggestivi è il Giro dei laghi, che collega il lago di Ginevra e quello di Costanza, senza dimenticare altri piccoli ma spettacolari specchi d’acqua che dipingono uno scenario da cartolina. L’intero tragitto può essere percorso in 10 giorni dai ciclisti allenati, mentre chi invece è alle prime armi, può salire a bordo di bus e treni attrezzati per il trasporto di biciclette nelle sezioni più impegnative del percorso. Indimenticabile anche il tour lungo le rive del Reno, che attraversa la Surselva e la selvaggia Riunaulta, fino a toccare l’Herrschaft, la zona in cui è ambientato il cartone animato di Heidi. A Maienfeld è possibile anche visitare Heidiland, un parco che rivisita i luoghi del romanzo di Johanna Spyri, da cui è stato tratto il celebre cartone.

Anche il fiume Rodano ci regala uno splendido percorso che si snoda tra salite e discese e attraversa anche Martigny, una cittadina che offre un connubio perfetto tra storia ed enogastronomia; il tour ciclistico fa tappa anche a Losanna, dove è possibile affittare una barca a remi per una sosta al lago, prima di arrivare a Ginevra.

Dalle due alle quattro ruote: anche il pattinaggio è un modo originale ed ecologico per visitare parte della Svizzera senza inquinare, abbinando alla voglia di viaggiare l’amore per lo sport. Il percorso più praticato è il Rhein Skate fra Landquart e Kreuzlingen, che comprende poche salite e semplici discese, ideale anche per famiglie con bambini. Si parte da Buchs e, dopo una pattinata di circa 40 chilometri, si arriva fino al porto di Rorschach. Ugualmente appassionante è il Rhône Skate che attraversa la bassa Valle del Rodano fino ad arrivare prima al lago di Ginevra e poi a Vevey. Abbandonati i pattini, si può proseguire a piedi alla scoperta della Svizzera per un tour gastronomico da intenditori, lo Chemin du Gruyère il sentiero del cioccolato e del formaggio, che prevede anche una tappa di puro relax ai bagni termali prima di far visita alla sede della storica ditta di produzione di cioccolato Cailler.

Fonte: © magazine.voiaganto.it

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017