Excite

Itinerari vacanze europei calcio 2012

Alcuni possibili itinerari vacanze per gli Europei di calcio 2012 potrebbero toccare delle accoglienti città polacche e ucraine, ben collegate con gli aereoporti italiani. Guardiamole insieme sotto il profilo storico, dell'intrattenimento ed estetico, osservando anche luoghi vicini, collegamenti diretti, la cultura, il cibo e le tradizioni locali

Voli low cost per la Polonia, Poznam

La fase finale dei campionati europei di calcio 2012 inizierà a Varsavia l'8 giugno 2012 e terminerà a Kiev il 1 luglio. La Polonia e l'Ucraina possono offrire degli interessanti itinerari vacanze, visitabili durante gli europei di calcio 2012.

Lo stato più collegato con l'Italia è la Polonia, attraverso Varsavia e Poznam da Roma, Milano e Bologna. Ryanair permette dei voli low cost, anche se nel periodo centrale del campionato i prezzi di prenotazione non sono tanto bassi. A quattro mesi dall'evento lievitano di 20/30 euro in confronto alla media, arrivando anche ai 100 € solo andata, comprensivi di tasse. Le tariffe, ovviamente, possono variare di settimana in settimana.

Poznam è uno dei centri culturali, commerciali ed industriali della Polonia, lo Stadion Miejski ospiterà sei partite di interesse minore, nessuna di queste della fase ad eliminazione diretta. Poznam presenta una sua storia millenaria e i colori delle architetture seicentesche, come la Piazza del Mercato, (Stary Rynek) dove va assaggiata la birra artigianale della birreria Bovaria, o l'eccletico palazzo del Municipio. Nello stesso luogo e periodo averranno due eventi: la più grande maratona polacca e la caratteristica Fiera di San Giovanni, ovvero la vendita all'aperto di antiquariato e oggetti di opere d'arte popolare. Il centro storico è composto da piccole architetture del XVI e XVII secolo. Il Parco Wilson è situato nella parte meridionale della città, è un giardino botanico che ospita circa 20.000 specie vegetali.

Kiev e Varsavia

I voli per Kiev sono più cari di quelli per Poznam, anche di cento euro in più (solo andata). E' una città che richiederebbe almeno una settimana per essere visitata. Tra i monumenti più importanti c'è la cattedrale di Santa Sofia, iniziata nel XI secolo, seconda della cristianità per dimensioni fino al XIII secolo. Pur non avendo nulla in comune per forma e disegno alla sua omonima di Costantinopoli, essa era volta a emulare le grandiosità e le bellezze dell'Impero Bizantino.

Tutto l'enorme complesso del santuario Kiev Pechersk Lavra è un bene dell'Unesco, in parte finito di ripristinare nel 2005. Il museo ospitato nella struttura è il più grande di Kiev ed è articolato in numerose strutture a torri, sono esposte numerose reliquie e pitture rilevate dal XVI al XX secolo. E' indicata un'appartenenza al "barocco ucraino", e in questo sono chiare le influenze dell'architettura italiana del sei e settecento, da Borromini a Juvara, mentre le cupole dorate contraddistinguono la presenza della chiesa ortodossa, come da tradizione russa. Da visitare anche il circo di Kiev e il Teatro nazionale Taras Ševčenko durante gli spettacoli serali.

Tornando in Polonia, Varsavia ospiterà nello Stadion Narodowy la prima partita del campionato. E' una città che è stata duramente colpita nel secondo conflitto mondiale, l'85% dei suoi edifici venne distrutto. Le fedeli ricostruzioni nascondono questa ferita, offrendo comunque un'atmosfera magica negli scorci del centro storico. anche la parte ricostruita moderna è funzionale, il rapporto con il verde pubblico adeguato e le strada sono molto larghe. Il centro storico ripristinato è raccolto, visitabile in un'ora a piedi ed è un'isola pedonale. Da visitare il Palazzo Reale, la coloratissima piazza del mercato e l'alto Palazzo della Scienza, dal quale è possibile godere di una vista mozzafiato del paesaggio urbano. I trasporti urbani, pur non essendo all'avanguardia, sono efficienti. Il costo della vita è accettabile.Da evitare gli allontanamenti nelle periferie per via della sicurezza meno garantita rispetto alle aree centrali. La cucina tipica è caratterizzata da minestre e zuppe con ravioli, uova, barbabietole e patate. Per un target giovane e "studentesco" è consigliabile un'esperienza economica in ostello a circa 5 euro a notte.

XX secolo e ricostruzione delle città polacche

Queste città interessate agli Itinerari vacanze degli europei calcio 2012 sono, spesso, state oggetto di tristi avvenimenti bellici, quindi bombardate e ricostruite durante il XX secolo e oltre. I più importanti monumenti sono nella maggiorparte dei casi dei falsi storici, ma l'atmosfera nordica ,e allo stesso tempo rinascimentale, è comunque garantita.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017