Excite

La marea nera invade gli Usa, è allarme

E' allarme sulle coste americane per l'arrivo dell'onda nera di petrolio che sta lambendo le coste della Louisiana mandando in tilt lo Stato che già parla di 'catastrofe naturale'.

Guarda le foto della marea nera

Billy Nungesser, presidente della Plaquemines Parish, ha dichiarato che una striscia lucente di petrolio ha raggiunto le paludi costiere e minaccia l'ecosistema palustre della regione, fondamentale in quanto interessa anche il Mississipi.

Guarda le immagini riprese dall'alto

Per bloccare il petrolio fuoriuscito dalla piattaforma della Bp affondata il 22 aprile nel Golfo del Messico proprio in Louisiana e sulle coste sud-orientali degli Usa erano state posizionate delle barriere gonfiabili che avrebbero dovuto argonare la situazione ma evidentemente la forza della macchia, e delle correnti, è stata troppo forte rispetto alle contromisure adottate.

Ovviamente questo incidente di percorso rischia seriamente di modificare l'agenda politica del governo americano in materia petrolifera con Obama che probabilmente dovrà rivedere il suo piano che prevede, da marzo, la riduzione della dipendenza energetica degli Usa dal petrolio estero.

Intanto si accusano reciprocamente le due multinazionali coinvolte nel disastro, Transocean e BP, per quel che riguarda la gestione del cosidetto interruttore acustico, il dispositivo che permette di controllare la valvola che chiude un pozzo petrolifero se la piattaforma è danneggiata.

Il governatore della Louisiana Bobby Jindal ha anche chiesto al Dipartimento della difesa americano fondi per l'impiego di 6000 uomini della Guardia nazionale per evitare ulteriori danni nonostante i pescatori della zona si stiano dando da fare attivamente per salvare il salvabile.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017