Excite

Langhe e Monferrato patrimonio mondiale dell'Unesco: cosa vedere

  • Wikimedia Commons

Il paesaggio vitivinicolo delle Langhe Roero e Monferrato è entrato a far parte della lista dei siti patrimonio dell'umanità dell'Unesco: la conferma è arrivata dal 38esimo Comitato del Patrimonio mondiale dell'Unesco ancora in corso a Doha, in Qatar. Si tratta di "un riconoscimento fondamentale per affermare il valore culturale della nostra agricoltura. È la prima volta, infatti, che l'Unesco riconosce un paesaggio vitivinicolo italiano quale bene unico al mondo, patrimonio dell'umanità per la sua eccezionalità rurale e culturale", ha detto il ministro dell'Agricoltura Maurizio Martina.

L'Italia, quindi, può vantare ben 50 luoghi iscritti nella lista dei beni patrimonio dell'umanità: nessuno dei 191 Stati parte della Convenzione Unesco ha mai raggiunto un risultato simile. Tra l'altro, questo risultato rappresenta anche "un successo per il Piemonte e per l'Italia intera alla vigilia del semestre di presidenza dell'Unione e dell'Expo che potrà contribuire alla ripresa di un Paese in cui turismo, cultura e alimentazione rappresentano le leve strategiche determinanti per uscire dalla crisi", ha aggiunto il presidente di Coldiretti, Roberto Moncalvo.

La scelta dell'Unesco di premiare le Langhe Roero e Monferrato poi "consolida il primato mondiale dell'Italia nel turismo enogastronomico che da solo vale 5 miliardi ed è in continua crescita ma una spinta determinate viene anche per l'insieme della vacanza Made in Italy con un terzo (32,7 per cento) del budget destinato da italiani e stranieri all'acquisto di prodotti alimentari o ai pasti consumati in ristoranti o trattorie. Le ricadute positive del riconoscimento potrebbero portare tra l'altro ad una crescita del turismo intorno al 30% nei primi cinque anni sulla base degli effetti sui siti promossi in passato".

Oltre ai paesaggi vitivinicoli, le Langhe offrono tantissimi luoghi da visitare, per trascorrere una vacanza all'insegna della natura e del relax. Tra queste, la Cappella del Barolo a La Morra (costruita nel 1914 per volontà di un facoltoso contadino della famiglia Ceretto e restaurata da David Tramiett e Sol LeWitt), il museo del vino WiMu e il castello di Grinzane Cavour (dove si svolge l'Asta Mondiale del Tartufo Bianco d'Alba).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020