Excite

Lazio, Goletta Verde assegna 4 bandiere nere

I dati presentati dai biologi di Goletta Verde, in missione lungo le coste del Lazio il 21 e 22 luglio scorsi, non sono affatto buoni. Li ha resi noti Legambiente denunciando gli scarichi non depurati di un milione e mezzo di persone e il 'cemento selvaggio' sulle coste, fattori che metteno in pericolo la salute del mare.

Nel rapporto stilato da Legambiente si legge: 'All'inizio dell'estate il litorale del Lazio, sia a Nord sia a Sud, è stato preda di un nauseabondo 'blob' che ha reso impossibili i tuffi in un mare costellato anche da rifiuti galleggianti. C'è chi ha ipotizzato che la fonte dell'inquinamento potessero essere le grandi navi che scaricano al largo o qualche problema a un depuratore, ma un fenomeno così duraturo e massivo non può che avere cause strutturali'.

Secondo quanto rilevato dai tecnici di Goletta Verde 'fossi e torrenti sversano direttamente in mare un cocktail micidiale, creando una melassa melmosa e stagnante dove proliferano infestanti alghe filamentose'. Sono ben undici i punti sulle foci dei piccoli corsi d'acqua della regione ad essere risultati 'fortemente inquinati' dall'analisi di Goletta Verde e altri tre 'inquinati'.

La direttrice di Legambiente Lazio, Cristiana Avenali, ha sottolineato: 'Quella dell'inquinamento è solo una delle criticità con cui fa i conti il mare del Lazio. Le tappe percorse dalla Goletta Verde hanno delineato infatti un filo rosso di denuncia: dai nuovi faraonici porti del Lazio, tanto inutili quanto speculativi, che accentuano l'erosione innescando ripascimenti a peso d'oro, agli assalti dell'illegalità al Parco nazionale del Circeo, dove vanno difesi con forza segnali positivi come la liberazione del Lago di Paola da undici pontili abusivi con centinaia di imbarcazioni. Con una catena umana di centinaia di persone abbiamo stigmatizzato l'impatto letale che avrebbe sul turismo la folle scelta nucleare, a Montalto di Castro piuttosto che a Borgo Sabotino o sul Garigliano, mentre allo stesso tempo va abbattuto il 'lungomuro' degli stabilimenti balneari sul Lido di Ostia, fatto di cancelli, palizzate e tornelli per monetizzare e impedire illegittimamente il libero accesso al mare'.

Foto: tripadvisor.it

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019