Excite

Londra, da città dei fast-food a 'slim city'

"La principale causa dell'obesità è l'ambiente", a sostenerlo è il professor Philip James, presidente dell'International Obesity Task Force. Secondo quanto riportato da un articolo del 'Corriere della Sera', un quarto dei britannici è obeso ed entro il 2050 nove adulti su dieci e tre quarti dei bambini del Regno Unito saranno sovrappeso a livelli patologici. Per cercare di intervenire su questo grave problema Londra le ha pensate un pò tutte: corsi di cucina per i bambini delle scuole elementari, niente cure a carico del servizio sanitario nazionale per i troppo grassi, premi a chi dimagrisce. Ma queste iniziative non sembrano sufficienti. Secondo l'International Obesity Task Force bisogna costruire delle 'slim city', ossia delle città magre.

"Solo politici ingenui e male informati - ha detto James - possono pensare di dare ai singoli cittadini l'onere di fare scelte più sane quando l'ambiente in cui vivono è il fattore principale del loro problema. Ed è ancora più insensato dire alla gente che deve solo aggiustare le proprie abitudini alimentari per risolvere questa epidemia". Il presidente dell'International Obesity Task Force non ha dubbi, la vera strategia contro l'obesità è pianificare la città con campi gioco raggiungibili lungo piste ciclabili, case su pochi piani senza ascensori e con scale larghe e comode, zone residenziali miste con negozi, uffici, poli di svago collegati con percorsi pedonali o con mezzi pubblici, strade strette e marciapiedi larghi.

Nel frattempo nella Capitale britannica è stata istituita una nuova figura, il 'consigliere personale sui problemi del traffico' che visitando porta a porta i quartieri della città si informa sulle necessità della persone e indica i diversi percorsi possibili con i mezzi pubblici o con la bicicletta. Un progetto costato 10 milioni di sterline (14 milioni di euro) e che ha portato nelle zone visitate dai 'consiglieri' ottimi risultati: l'utilizzo dell'auto privata è sceso dell'11 per cento mentre l'utilizzo della bicicletta è cresciuto del 25 per cento.

Secondo il professor James, dopo aver perso peso con una dieta, per mantenersi in forma è necessario fare attività fisica per almeno 60-90 minuti al giorno e un ambiente circostante adatto costituisce un fattore indispensabile.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017