Excite

Londra, la ristrutturazione in vista delle Olimpiadi 2012

Sarà l'appuntamento dell'anno per milioni di sportivi e di appassionati, con i riflettori di tutto il mondo puntati addosso e pronti a individuare e criticare ogni minima imperfezione: a poche settimane dal via, Londra conclude la ristrutturazione per le Olimpiadi 2012 in programma tra luglio e agosto nella capitale britannica

Il nuovo volto di Londra

Dal 27 luglio al 12 agosto sarà la capitale inglese ad ospitare la XXX edizione dei Giochi Olimpici: Londra ha avviato una ristrutturazione per le Olimpiadi, a partire dalle strutture sportive. Come già avvenuto in altre città che hanno avuto l'onore di ospitare l'appuntamento sportivo per eccellenza, anche Londra - dopo la manifestazione - "erediterà" alcuni impianti, mentre altri costruiti per l'occasione saranno rimossi lasciando spazio ad “aree bianche” (white elephant) da trasformare in residenze.

Il complesso sportivo dove si svolgeranno Olimpiadi e Paralimpiadi (in programma ad agosto) sarà l'Olympic and Paralympic Village, l'enorme centro sportivo - è grande il doppio di Venezia - costruito nel parco olimpico di Stratford (est di Londra): la zona ospita oltre ventimila posti letto distribuiti in tremila appartamenti dotati di ogni confort (televisione, wireless e giardino privato) e costruiti per massimizzare il risparmio energetico e ottimizzare il trattamento dei rifiuti.

L’Olympic Stadium, progettato per 80.000 posti sarà trasformato in uno stadio più piccolo da 25.000 posti smontando la parte superiore, e diverrà il centro sportivo di riferimento per l’area urbana orientale di Londra, con il leggendario stadio di Wembley che conserverà lo status di struttura principale. L’Acquatic Centre, che ospita ben tre piscine e un ampio Fitness Centre, sarà in grado di ospitare in futuro club e privati per una capienza massima di 3.500 spettatori e appassionati di nuoto.

La vera rivoluzione è ivece rappresentata dal Velopark, una struttura molto semplice ed elegante, realizzata quasi completamente in legno, che sarà trasformata nel tempio del ciclismo (Londra non ha mai avuto una struttura sportiva destinata in esclusiva alle due ruote)

Londra a tutto green

Non dimentichiamo che a Londra la ristrutturazione in vista delle Olimpiadi è anche attenta all'ambiente: lo scorso anno il sindaco della città, Boris Johson, ha stanziato un nuovo fondo da 100 milioni di sterline che saranno destinati alll’ammodernamento energetico di centinaia di edifici pubblici e strutture in tutta la capitale britannica

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018