Excite

Lucca, niente ristoranti etnici nel centro storico

"Al fine di salvaguardare la tradizione culinaria e la tipicità architettonica, strutturale, culturale, storica e di arredo non è ammessa l'attivazione di esercizi di somministrazione, la cui attività svolta sia riconducibile ad etnie diverse". Questo il contenuto del nuovo regolamento del Comune di Lucca con il quale il capoluogo toscano ha detto basta ai ristoranti etnici nel centro storico della cittadina.

Stop, quindi, ai ristoranti messicani, indiani, francesi e ai venditori di kebab. Il provvedimento mira a rilanciare la cucina italiana, in particolar modo quella lucchese. Nei menù, infatti, dovrà essere presente almeno un piatto tipico del capoluogo toscano. Con il nuovo regolamento il Comune ha pensato proprio a tutto. Oltre al cibo più "adatto", i locali dovranno disporre di arredamenti "confacenti al centro storico stesso" con "sedie in legno, arredamento elegante e signorile anche nei dettagli" e il personale dovrà essere "fornito di elegante uniforme adatta agli ambienti nei quali si svolge il servizio e dovrà essere a conoscenza della lingua inglese".

Non sarà, inoltre, possibile consumare in strada e creare, quindi, "raduni di persone che ostacolino il normale scorrimento veicolare e/o pedonale, impediscano il riposo dei cittadini nelle ore notturne, diano origine a risse e incidenti o ostruiscano il normale accesso alle abitazioni". Insomma, a quanto pare, si fanno sempre più severe le disposizioni del Comune, disposizioni che non incontrano il favore soprattutto della popolazione più giovane.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017