Excite

Marrakesh: centro del Marocco e città delle cicogne

Chi visita il Marocco, di sicuro farà una tappa (non troppo breve) a Marrakesh. Si tratta di una città che pulsa, piena di viuzze, ghermita di gente e di merci di splendida fattura: tappeti, bottigliette di essenze, tessuti di ogni tipo, frutta fresca e colorata, carne esposta all’aria aperta ed odori forti e decisi. Ad ogni passo, si incontrano giocolieri, incantatori di serpenti, bambini che chiedono l’elemosina ... una serie di situazioni confuse che fanno di Marrakesh una città unica, che rimane impressa nella mente e nei ricordi del Marocco.

Camminando per la città, si incrociano i palazzi dei sovrani e le mura interamente popolate da cicogne, con grandi nidi che non passano inosservati. La piazza della città Djemaa el-Fna è un vero centro vitale e di intrattenimento. La piazza si anima nelle sere d’estate con cantastorie, acrobati, venditori d’acqua e vari artisti di strada: una vera attrazione per i passanti.

I palazzi sono numerosi, ma uno si impone su tutti. Si tratta del palazzo di El Glaou, ex pascià della città. Si rimane incantati di fronte a questa residenza, merito dei suoi giardini, dei padiglioni e del verde circostante. La porta di ingresso è il suo punto forte, una porta di legno di cedro, presente anche nei soffitti delle stanze interne.

Marrakesh stupisce, poi, con le sue viuzze, con il verde delle palme e della vegetazione del luogo, con una cinta di ben 13 km di mura fatte d’argilla disseccata. Ecco perchè quando si parla di Marrakesh, si parla della “città rossa”.

E ancora il mercato settimanale che si svolge presso Bab-Khemis (la “Porta del giovedì”), dove i compratori di cammelli trovano qui pane per i propri denti, provenienti dai villaggi montagnosi dell’Atlante e dalle zone del deserto.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017