Excite

Maya, fine del mondo: dalle psicosi ai festeggiamenti per la profezia del 21 dicembre

  • Wikimedia Commons

La fine del mondo sta per finire: quando mancano pochi giorni al 21 dicembre, quando dovrebbe avverarsi la profezia dei Maya, c’è chi si mette in ferie, chi festeggia e chi parte per un viaggio: inutile dire che si può prenotare una camera in un hotel di Praga dotato di un bunker antiatomico, costruito più di 50 anni fa per difendersi da possibili attacchi aerei.

Guarda il video del Rifugio delle Aquile

In tutto il mondo c’è chi si premunisce di kit di sopravvivenza: scatolette di cibo a lunga conservazione, filtri per depurare l'acqua, medicinali, valigette da pronto soccorso e walkie-talkie. Chi vuole rifugiarsi in un bunker anticatastrofe, completamente blindato e isolato dal mondo esterno, deve solo sborsare una cifra pari a circa 50 mila euro.

Un'altra meta molto ambita è Bugarach, un paesino francese sui Pirenei che, secondo alcune leggende, custodirebbe il Santo Graal e sarebbe immune alla profezia. Il borgo è già stato preso dai turisti e i prezzi degli hotel sono schizzati alle stelle.

Sono molti coloro che per la fine del mondo hanno scelto di partire. E di non tornare più. Nell'ultima settimana si è infatti registrato un boom di prenotazioni di voli aerei di sola andata e sono tanti anche quelli che per la data fatidica hanno già chiesto un giorno di ferie, mentre sui social network come Twitter e Facebook ci si dà appuntamento per party e cene di “fine mondo”, senza pensare al domani.

Ma non mancano le psicosi: in Cina c'è anche chi ha pensato di investire un milione di yuan (circa 120 mila euro) per costruire un Arca di Noè, così da farsi trovare pronto a fronteggiare l'apocalisse: oltre 21 metri di lunghezza per 15,5 metri di larghezza, l'arca è alta più di 5 metri.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019