Excite

Miami-Cuba, una nave da crociera americana collegherà i due porti nel 2016

  • Fonte Getty Images

Carnival Corporation è la compagnia di navigazione che dalla primavera 2016 collegherà Miami con Cuba. Quella che fino ad oggi e da oltre mezzo secolo veniva considerata una rotta clandestina, oggi potrebbe diventare addirittura un percorso di linea ufficiale.

Estate 2015, le mete più economiche secondo Tripadvisor: foto

Il progetto infatti è quello di collegare via mare le due mete con i traghetti che percorreranno questo collegamento a orari e giorni prestabiliti. Per raggiungere così l’isola della Revolucion, Miami, da sempre considerata enclave degli esuli cubani per diversi decenni e sede della più grande comunità anticastrista americana, diventerà il principale porto di imbarco per i cittadini statunitensi.

A far scattare la scintilla è stata probabilmente la stretta di mano tra i governatori di Washington e dell’Avana. Le due Nazioni, infatti, nemiche dall’embargo del 1960, adesso hanno abbattuto i confini via mare, gli ultimi rimasti.

Carnival Corporation è stato il primo operatore americano a far partire l’iniziativa, naturalmente dopo aver richiesto e ottenuto il via libera dal governo di Washington. In questo momento si è in attesa dell’approvazione dell’Avana ma, nel frattempo, la compagnia di crociere americana ha già fissato prezzi e date. Pacchetti di sette giorni (a partire da 2.990 dollari) con partenze due volte a settimana da Miami è quello che Carnival pensa di offrire ai cittadini.

L’Adonia è la nave già scelta per i viaggi verso Cuba. Si tratta di un’imbarcazione che riesce a contenere circa 700 passeggeri. Nonostante la richiesta di raggiungere Cuba da parte degli americani sia molto alta, non è stato messo a disposizione un vero e proprio colosso del mare che, invece, ospita solitamente anche tremila persone.

Al contrario di quanto si possa pensare, il viaggio verso Cuba non è aperto a chi vuole raggiungerla per motivi di turismo. Viaggiare sull’Adonia significa infatti avere motivi di origine umanitaria e culturale. Inoltre, a bordo della nave l’Avana ha imposto alcuni vincoli: almeno otto ore al giorno saranno dedicate ad attività culturali sull’isola, non ci sarà il Casinò e non saranno toccati porti intermedi.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017