Excite

Milano, la mostra su Edward Hopper

Dal 15 ottobre 2009 fino al 24 gennaio 2010 il Palazzo Reale di Milano ospiterà la mostra su Edward Hopper, uno dei pittori che meglio hanno saputo illustrare il volto malinconico dell'America degli anni '20 del Novecento.

Nelle sale di Palazzo Reale sarà possibile ammirare oltre 170 opere provenienti per la maggior parte dal Whitney di New York. Con le sue tele Hopper ha raffigurato uomini e donne senza storie precise che allo stesso tempo non sono figure con cui identificarsi, ma neppure figure a noi estranee.

Edward Hopper, statunitense, nato nel 1882 e morto nel 1967, ha fatto parte del movimento precisionista. La fama di Hopper si deve soprattutto ai suoi ritratti della solitudine nella vita americana contemporanea. Il pittore è entrato nel 1900 alla New York School of Art, dove ha incontrato alcuni futuri protagonisti della scena artistica americana dei primi anni Cinquanta. Il primo impiego di Hopper è stato quello di illustratore pubblicitario per la C. Phillips & Company.

Nelle sue opere il pittore si è sempre concentrato su immagini urbane o rurali. Di rado i quadri di Hopper mostrano più di una figura umana, ma quando ve ne è più di una allo spettatore viene trasmessa l'estraneità dei soggetti e l'incomunicabilità che ne risulta, fatto che và da accentuare lo stato di solitudine.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017