Excite

New York, il "Freedom Tower" diventa "One World Trade Center"

Il nuovo grattacielo di 541 metri che sta per sorgere sulle ceneri delle Torri Gemelle, non si chiamerà più "Freedom Tower", Torre della libertà. A quanto pare ragioni commerciali e la paura che un nome patriottico possa attirare i terroristi ha fatto optare per "One World Trade Center". Ma nel linguaggio popolare si scommette che il nome del grattacielo rimarrà "Freedom Tower".

L'agenzia pubblica proprietaria dell'area, Port Authority, ha cercato di gestire con gradualità il cambiamento del nome reso necessario, da quanto spiegato, dall'esigenza di commercializzare l'immobile. Ma, nonostante gli sfozi compiuti, non appena la notizia si è diffusa, in seguito alla firma del contratto con la società cinese Vantone Industrial che ha affittato sei piani dell'edificio per 23 anni, la Port Authority è stata accusata di opportunismo e i familiari delle vittime dell'undici settembre hanno sollevato due proteste.

L'ex governatore repubblicano, George Pataki, che nel 2003 ha scelto il nome "Freedom Tower", ha detto: "Non possiamo rinunciare, per una questione di affitti, a un nome nel quale c'è tutto il nostro orgoglio di Paese libero". Di contro il sindaco di New York, Michael Bloomberg, ha affermato: "Personalmente preferisco Freedom Tower, ma capisco le ragioni di chi ha scelto diversamente. Se con un altro nome riescono a riempire l'edificio, facciano pure".

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017