Excite

New York, stop agli affitti settimanali

Cambiano le regole per molti turisti in visita nella Grande Mela. A partire da maggio 2011, infatti, a New York entrerà in vigore un dispositivo di legge che proibisce l'affitto per periodi inferiori ai trenta giorni all'interno di costruzioni con cinque o più unità. Colei che ha dato vita a questa legge, la senatrice Liz Krueger, ha spiegato che in questo tipo di soluzioni la sicurezza non viene garantita con staff adeguato e spesso vengono violate le norme sugli incendi.

Nella Grande Mela si apprestano, dunque, a diventare fuori legge, gli affitti o i subaffitti per periodi sotto i 30 giorni. La senatrice ha sottolineato che 'la legge contiene doverose eccezioni per i 'room-mates' e per chi viene preso a pensione in casa di un inquilino che ci abita in permanenza'. Sarà quindi possibile fare scambi di case, ma pagare un affitto per un appartamento a breve termine a un privato sarà una violazione della legge.

In allarme siti web come AirBnB, Craiglist, Crashpadder, Homeaway che offrono l'opportunità ai visitatori di New York di trovare una sistemazione per brevi periodi a prezzi più convenienti rispetto all'albergo. Secondo Joe Gebbia, presidente di AirBnB, 'questa legge vuole colpire gli abusi ma avrà conseguenze su migliaia di newyorchesi che in questo modo arrotondano il bilancio. Anziani. Artisti. Giovani professionisti. Non sul piccolo numero di albergacci illegali'.

Foto: wikipedia.org

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020