Excite

Nord Europa, è ancora caos voli

La nube di cenere sprigionatasi in seguito all'eruzione del vulcano Fimmvorduhals, situato sul ghiacciaio Eyjafjallajokull in Islanda, sta causando forti disagi al trasporto aereo dell'Europa e non solo. La Reuters ha riportato la testimonianza di un importante vulcanologo secondo il quale, se l'eruzione dovesse continuare, la cenere potrebbe provocare periodicamente problemi al traffico aereo per sei mesi.

Le immagini dell'eruzione

L'interruzione dei voli non solo sta provocando forti disagi a tutti i passeggeri, ma sta anche avendo importanti ripercussioni finanziarie. Come reso noto da un portavoce di Heathrow, che è il più grande aeroporto europeo, ieri 840 voli su 1.250 sono stati interessati, con disagi per 180mila passeggeri; mentre sono stati oltre 120mila i passeggeri interessati a Gatwick, Stansted e Glasgow.

In Gran Bretagna gli aerei rimarranno a terra almeno fino alle 19 di questa sera e dal momento che la scorsa notte sono stati cancellati la metà dei voli diretti negli Stati Uniti, Eurocontrol, l'organizzazione europea per la sicurezza del traffico aereo, prevede che in giornata saranno cancellati oltre la metà dei 600 voli transatlantici previsti.

Non va meglio in in Danimarca, Norvegia, Finlandia e Svezia. il meteo non prevede cambiamenti nella direzione dei venti che stanno portando l'enorme nuvola di cenere dall'Islanda verso il continente e in queste condizioni i voli non possono essere ripresi. Problemi anche in Irlanda del Nord e Scozia e Germania e Polonia. In Francia, poi, rimarranno chiusi almeno fino alle 2 di questo pomeriggio i 25 aereoporti chiusi ieri, tra cui Charles de Gaulle e Orly di Parigi.

I disagi si sono fatti sentire anche negli aeroporti di Roma, dove non si è ancora stabilizzata la situazione dei voli in arrivo e in partenza. L'Enac ha fatto sapere che sono stati cancellati tutti i voli della British Airways in arrivo o in partenza da Fiumicino fino alle 9 di domani.

Sull'Adnkronos si legge che la nuvola di cenere questa mattina ha raggiunto l'Olanda e si prevede il passaggio sul Belgio.

Ma se adesso si parla di caos aereo, i problemi causati dall'eruzione del vulcano sono anche altri. Nella zona del ghiacciaio Eyjafjallajokull è stata immediatamente ordinata l'evacuazione per una nuova inondazione.

Foto: youtube.it

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019