Excite

Passeggera grassa respinta da EasyJet? Solo una bufala!

Non è vera la storia della donna troppo grassa respinta da EasyJet in Puglia e a comunicarlo è stata la stessa compagnia aerea, che si dice dispiaciuta per essere stata vittima di una "beffa" di questo tipo.

EasyJet ha infatti comunicato che "i fatti che avrebbero coinvolto la signora Maria P., invitata dall'addetta del check-in EasyJet a comprare due biglietti poiché troppo voluminosa per sedere su un solo sedile, non si sono mai verificati. Inizialmente la compagnia, da sempre attenta ai bisogni dei passeggeri e in totale buona fede, si era preoccupata di porgere le più sentite scuse alla signora e, solo dopo aver indagato su quanto accaduto con la stretta collaborazione dei dirigenti della Società Aeroporti di Puglia, ha scoperto di essere stata vittima di una beffa clamorosa".

"Siamo esterrefatti per quello che è accaduto e per come easyJet e la Società aeroporti di Puglia, con la quale ci scusiamo, siano state raggirate. Stiamo valutando seriamente di tutelare in sede giudiziale i nostri interessi e il notevole danno alla nostra immagine che è derivato da questo episodio", ha sottolineato Thomas Meister, communication manager di EasyJet.

La bufala sarebbe stata messa in piedi da una coppia di avvocati, Anna Orecchioni e Giacinto Canzona, già in passato protagonisti di falsi scoop come il prete fermato sulla Milano-Torino trovato positivo all'alcool test o la novizia punita dall'ex con la pubblicazione delle foto in topless su Facebook.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017