Excite

Phuket in Thailandia: la terra del sorriso

Phuket è un’isola della Thailandia che si affaccia sul mar delle Andamane, molto apprezzata per le spiagge bianchissime e per la meravigliosa barriera corallina. Ricca di villaggi turistici dove il tempo sembra essersi fermato al secolo scorso, usanze e tradizione sono vivissime e rendono quest’isola un paradiso incontaminato dove trascorrere delle vacanze stupende.

Un paradiso incontaminato

La particolarità di questa splendida isola Phuket che in Thailandia è la poca contaminazione. Questa è un’isola che è lontana dalla capitale Bangkok, che presenta strade impervie, senza un collegamento diretto con il resto della Thailandia, ma soprattutto la cosa che la rende unica e incontaminata è lo scarso interesse turistico che ha fatto si che questa sia una zona semisolata. Tutto ciò l’ha preservata e l’ha resa una delle poche isole al mondo dove si può realmente trascorrere del tempo lontano dalla vita frenetica. Molto interessante da visitare è senza dubbio il villaggio degli “zingari del mare” che è un villaggio piccolissimo di pescatori dove è possibile toccare con mano la realtà quotidiana dell’isola. Per un soggiorno di 30 giorni non occorre avere il visto basta avere il passaporto con almeno sei mesi di validità e il biglietto aereo andata e ritorno. Oltre i 30 giorni occorre un visto presso il consolato o l’ambasciata thailandese. In qualsiasi agenzia è possibile trovare voli diretti per il Phuket. La compagnia di bandiera Thailandese è la Thai Airways che è ben collegata con Milano. Mentre la Austrian Air Lines fa scalo a Vienna. Il costo del viaggio può aggirarsi intorno ai 700-900 euro. Per quanto riguarda il soggiorno, il costo potrebbe essere intorno ai 150 euro a settimana in un residence di media categoria. L’unica accortezza è organizzare bene e pianificare il viaggio, così da evitare inconvenienti. Il periodo ideale è quello che va da novembre a marzo, in questo periodo infatti non fa troppo caldo e non piove quasi mai. Da evitare sono i mesi di agosto e luglio, in quanto c’è un’affluenza turistica eccessiva. Ovviamente questo è conveniente anche a livello economico, nei periodi meno ricchi di turisti il costo del viaggio e del pernottamento è minore. Poichè si tratta di un’isola così particolare, è bene munirsi di tutto ciò che potrebbe servirvi come farmaci essenziali e creme solari. Inutile portare troppi indumenti non occorreranno.

Cose da visitare e da sapere

Le spiagge più belle del Phuket in Thailandia, sono senza dubbio Mai Khao che si trova a nord-ovest di Phuchet mentre Nai Thon si trova più a sud e rappresenta la spiaggia più tranquilla, quella più adatta alle famiglie. Poi c’è Layan che è quella più sconosciuta, piccolissima, immersa in una profonda baia a nord di Bang Tao. Molto lussuosa è la spiaggia di Bang Tao che è la seconda più lunga del Phuket. La più famosa è invece quella di Patong e si trova sulla costa occidentale, è lunga ben 4 km. È fondamentale sapere che in Phuket si guida a sinistra come in Inghilterra, che l’unica moneta che si può utilizzare è il Baht ma l’euro è cambiato senza troppi problemi. Sono presenti ottime strutture ospedaliere, molti dei medici parlano correntemente anche inglese. Occorrono delle vaccinazioni prima di partire ed è altamente consigliabile non bere acqua che non sia quella confezionata, fare attenzione o meglio ancora evitare il ghiaccio nei bar e non consumare cibi di chioschetti lungo le strade. Per ogni evenienza è sempre bene conoscere i numeri per contattare l’ambasciata italiana in Thailandia 02 2854090/1/2/3 che si trova al 399 Nangilinche Road Tungmahamek, Yannawa Bangkok 10120.

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017