Excite

Reggia di Caserta, cosa vedere nel Palazzo Reale dei Borboni

Tra le bellezze architettoniche del Bel Paese la Reggia di Caserta rappresenta senza ombra di dubbio uno splendido esempio dell’architettura italiana settecentesca nonché uno dei tesori più affascinanti degli ultimi tempi. Molti la paragonano alla famosa Reggia di Versailles di Parigi ed effettivamente non si può dire di aver visto tutte le bellezze dello Stivale senza aver visto anche il Palazzo Reale del 1750 e fatto realizzare dalla famiglia dei Borboni.

    Fonte Facebook Reggia di Caserta

Cosa andare a vedere

La Reggia ha una pianta rettangolare e si estende per 5 piani. Si accede dall’imponente scalone reale e si raggiunge il primo piano nel quale sono ubicati gli appartamenti reali.

La sala degli Alabardieri è la prima che si incontra. Continuando si trovano la sala del baciamano, la stanza della conversazione, lo studio di Ferdinando II di Borbone e la sala del trono.

Proseguendo, al piano superiore si trova l’Appartamento storico, la Pinacoteca, la sala del Presepio e la Cappella Palatina.

Andando al piano terra ed entrando nel secondo cortile, nella sala della “Quadreria” si potranno ammirare dipinti unici e imperdibili.

Prenotando una visita guidata potrete poi andare nel Vestibolo e vedere la volta ellittica realizzata per coprire il salone d'onore che i numerosi sottotetti decorati con maestria e grande bellezza.

Al secondo piano della Reggia ci sono le Arti decorative del palazzo: manufatti, pannelli su raso, tendaggi pregiati, prodotti artigianali in seta, opere in ceramica, servizi da tavola, arredi neoclassici e molto altro ancora.

Il famoso Parco che fa da sfondo al Palazzo è di una bellezza rara. Si tratta di un giardino all’italiana accostato a uno all’inglese, realizzato dall’architetto Vanvitelli e ricco di prestigiose fontane. La fontana Margherita e quella dei Tre delfini (che riporta la figura di un mostro marino) sono le più importanti, seguono la fontana di Eolo dedicata al Dio greco, quella di Cerere in marmo di Carrara, quella di Diana e Atteone e infine, per chiudere in bellezza, la fontana di Venere e Adone.

    Fonte Facebook Reggia di Caserta

viaggi.excite.it fa parte del Canale Blogo Social - Excite Network Copyright ©1995 - 2017