Excite

Rientro dalle vacanze, intossicazioni in agguato

Al ritorno dalle vacanze, nelle dispense e nei frigoriferi dei tredici milioni di italiani che hanno lasciato le loro case per più di una settimana, si annida il pericolo di intossicazioni alimentari. Ecco una serie di consigli della Coldiretti per verificare l'integrità dei cibi che si portano a tavola.

Al ritorno controllate il freezer

Al rientro, bisogna innanzitutto controllare che il frigorifero e il freezer funzionino correttamente e che non si siano spenti in seguito a un blackout elettrico: se notate la formazione di ghiaccio sulle confezioni esterne di surgelati e della carne significa che, seppur parzialmente, i prodotti si sono scongelati e quindi è consigliabile non consumarli.

Attenzione alle confezioni già aperte

All'interno del frigorifero, invece, vanno eliminate le confezioni di latte, succhi di frutta o conserve rimaste aperte da prima della partenza; stesso trattamento anche per le lattine di tonno e i barattoli di cibo sotto olio, se il livello del condimento non copre integralmente il prodotto. Conviene buttare nella spazzatura le confezioni di omogeneizzati già aperte e i salumi affettati che presentano muffe o segni di ossidazione. Attenzione alle vaschette di yogurt, che potrebbero essersi gonfiarsi in modo anomalo: significa che al loro interno potrebbero essersi verificate fermentazioni dannose.

Controllate la data di scadenza

Anche se le confezioni sono integre, al loro interno potrebbero comunque essersi sviluppate muffe: attenzione alla data di scadenza dei prodotti e al periodo consigliato per il consumo. Nei legumi già sgusciati o nelle confezioni di pasta già aperte, potrebbero nascondersi insetti, farfalline o larve. Stesso discorso anche per i luoghi in cui potrebbero essere cadute alcune briciole: potrebbero aver attratto formiche o addirittura scarafaggi.

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2017