Excite

Ritardo aereo 2 ore: rimborso, assistenza, indennizzo. A quanto ammontano e come ottenerli

Nonostante la puntualità dei voli aerei sia notevolmente migliorata negli ultimi anni, capita ancora molto spesso di dover aspettare nelle salette dell’aeroporto anche per svariate ore. Fino a quando il ritardo non supera le due ore l’unica cosa che si può fare è cercare di mantenere la calma, distrarsi, leggere o provare a socializzare. Se invece il ritardo supera i 120 minuti la situazione è ben diversa…

    bbc

OBBLIGO D’ASSISTENZA

Secondo quanto afferma la Carta dei Diritti del Passeggero, quando un aereo ha un prolungato ritardo (almeno 2 ore) che non dipende da condizioni atmosferiche o da cause di forza maggiore, si ha diritto a ricevere assistenza. La compagnia aerea dovrà provvedere a fornire pasti e bevande o addirittura anche una sistemazione in albergo in funzione della durata dell’attesa (con tanto di trasferimento), rendersi disponibile per due chiamate telefoniche o messaggi via fax o mail. Bambini e anziani sono i primi a dover ricevere assistenza. L’assistenza “scatta” dopo due ore in caso di tratte aeree pari o inferiori a 1500 km, dopo tre ore in caso di voli dalla distanza maggiore, dopo 4 se i voli solo al di fuori dall’ Unione Europea e la distanza è maggiore di 3500 km. Se il ritardo supera le 5 ore e il passeggero decide di non continuare il viaggio può chiedere il rimborso del biglietto.

IN COSA CONSISTE IL RISARCIMENTO?

L’indennizzo monetario è proporzionale alla lunghezza della tratta. In caso di tratte inferiori a 1500 km si parla di 250€, in caso di tratte comprese tra 1500 e 3500 km l’indennizzo sarà di 400€, mentre ammonterà a 600€ per tratte superiori. Nel caso in cui venga offerta ai passeggeri la possibilità di raggiungere la destinazione con un volo alternativo entro due ore (tratte minori o pari a 1500 km), tre ore (tra 1500 e 3500 km) o quattro ore (maggiori di 3500 km) e il passeggero dovesse rifiutare allora l’indennizzo potrà essere ridotto del 50%. Questo genere d’indennizzo economico non viene applicato a quei passeggeri che viaggiano gratuitamente o ad una tariffa speciale non accessibile normalmente al pubblico.

COME SI RICHIEDE L’INDENNIZZO?

Per richiedere l’indennizzo bisogna compilare il modulo dedicato. Lo si trova in rete, ad esempio anche sul portale moduli.it (richiesta indennizzo per volo in ritardo). Una volta stampato e compilato va consegnato alla compagnia aerea che però può rifiutarsi di pagare. In quel caso dovrà dimostrare che il ritardo derivava da cause di forza maggiore e che le misure per aggirarlo siano state applicate. In questo caso, se lo si desidera, si può procedere per vie legali autonome. Se la risposta alla richiesta non arriva entro sei mesi allora si può chiedere alle sedi Enac dell’aeroporto in cui si è verificato il ritardo o agli Organismi responsabili degli Stati dell'Unione europea, della Norvegia, dell'Islanda e della Svizzera per i voli in partenza e arrivo in quegli Stati (no Unione Europea).

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019