Excite

Roma, alla tassa di soggiorno dicono 'no' albergatori, Confindustria e sindacati

Oggi alle 13.30 all'Hotel Majestic di Roma, in via Veneto 50, si terrà la conferenza stampa unitaria di tutte le organizzazioni imprenditoriali sindacali del turismo romano contro l'ipotesi tassa di soggiorno. Saranno presenti per Confcomemrcio Federalberghi Roma, Fiavet Lazio, Faita Federcamping, Associazione Residence Roma e Lazio, per Confindustria la sezione turismo Unione Industriali Roma, per Confesercenti Asshotel, Assoviaggi, Federagit, Cgil, Cisl e Uil.

Albergatori, Confindustria e sindacati protestano contro la tassa di 5 euro al giorno per ogni turista, che pernotta in un albergo di Roma, pensato dal sindaco Gianni Alemanno per rimpinguare le casse del Comune.

Secondo Giuseppe Roscioli della Federalberghi Confcommercio, si tratta di una tassa assurda e iniqua. Roscioli ha detto: 'Verrebbe applicata solo nella Capitale non in tutte le altre città di Italia. Un balzello che si aggiungerebbe alla tassa d'imbarco di un euro per chi parte dell'aeroporto di Fiumicino e che farà crollare il settore del turismo a Roma, uno dei maggiori indotti della città'.

Anche Valter Giammaria della Confesercenti si è detto contrario. Giammaria ha spiegato: 'Abbiamo portato avanti, in questi anni, lunghe battaglie per l'abolizione della tassa di soggiorno e ora la giunta Alemanno ce la ripropone senza pensare alle drammatiche conseguenze che avrebbe sull'immagine di Roma nel mondo e sull'indotto della città'.

Come si legge sulla cronaca romana del Corriere della Sera, anche il segretario romano della Cgil Claudio Di Berardino si è mostrato preoccupato. Secondo Di Berardino 'la tassa di soggiorno potrebbe avere ripercussioni anche sull'occupazione, perché per abbattere i costi del lavoro le strutture alberghiere potrebbero decidere di esternalizzare i servizi affidandoli a cooperative'.

Nella conferenza stampa che avrà inizio tra pochi minuti verrà, quindi, gridato forte il 'no' alla tassa di soggiorno a Roma. Chissà quale sarà la decisione della giunta Alemanno.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2019