Excite

Ryanair, O'Leary: 'Risarcimenti per il vulcano islandese? Bastardi chi li chiede'

Non utilizza mezzi termini Michael O'Leary, amministratore delegato della compagnia irlandese low cost Ryanair, nel definire tutti coloro che chiedono risarcimenti per i disagi provocati dalla nube di cenere proveniente dal vulcano islandese. Secondo l'uomo d'affari le pretese dei passeggeri, definiti 'bastardi', sarebbero ridicole. 'Ci sono dei bastardi che hanno speso 30 euro di biglietto aereo e ne rivogliono indietro 3mila' ha affermato l'amministratore delegato della compagnia.

O'Leary non solo è pronto a sfidare la direttiva europea in tema di risarcimento per i passeggeri vittime del vulcano, ma sembra voglia anche denunciare a sua volta alcuni governi del continente per la chiusura dello spazio aereo durante l'eruzione. Il boss di Ryanair è pronto a portare il caso davanti alla Corte europea, sperando di spingere il Parlamento della Ue alla totale revisione della legge che non pone limiti alle richieste di risarcimento da parte dei passeggeri.

Secondo O'Leary l'intenzione della Ue di offrire vitto e alloggio ai passeggeri rimasti a terra sarebbe 'tutto un imbroglio'. L'amministratore delegato della low cost ha spiegato che Ryanair avrebbe perso 50 milioni di euro, compresi i 40 legati alla controversa legge, a causa dell'eruzione del vulcano islandese e delle decisioni dei governi di chiudere gli spazi aerei.

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2020