Excite

Ryanair, raggiunto l'accordo con l'Enac

L'allarme è rientrato. Nessun volo sospeso a partire dal prossimo 23 gennaio. La compagnia irlandese low cost Ryanair ha raggiunto un accordo con l'Enac, l'Ente Nazionale per l'Aviazione Civile, a proposito dei documenti richiesti per i voli interni italiani. Di conseguenza, come reso noto dal presidente dell'Enac Vito Riggio, la compagnia aerea ha confermato "il ripristino immediato di tutti i voli". La low cost irlandese "accetterà tutti i documenti rilasciati dagli enti dello Stato".

In occasione della conferenza stampa sulla questione legata alla sicurezza negli aeroporti, Riggio ha detto: "Ryanair ha confermato il ripristino immediato di tutti i voli. Accettano tutti i documenti rilasciati dalle autorità statali e daranno informativa ai passeggeri. Per quanto riguarda le patenti di guida ci hanno invece chiesto approfondimenti, per il momento non le accettano".

Il presidente dell'Enac ha poi aggiunto: "Abbiamo ascoltato un rappresentante di Ryanair il quale si è scusato con l'Italia per il fraintendimento dovuto all'uso della parola sicurezza, parlavano della loro sicurezza operativa e non di quella del Paese che giudicano, come è, al massimo". Il ministro delle Infrastrutture Altero Matteoli ha affermato: "Abbiamo raggiunto un punto di mediazione importante". Matteoli ha poi aggiunto: "Non ci può essere una compagnia che ha atteggiamenti diversi. Prenderemo magari nei prossimi giorni un provvedimento che faccia sì che non ci siano più due tipi di patente".

L'Adoc ha così commentato l'accordo: "Ora è necessario dare più spazio ai vettori low cost, a vantaggio del sistema aeroportuale e dei consumatori. Apprezziamo la decisione di Ryanair di ripristinare i voli domestici. I vettori low cost rappresentano un'enorme risorsa per la democrazia e la concorrenza nel sistema aeroportuale. In Italia, rispetto ad altri Paesi, europei ed extraeuropei, siamo indietro nella liberalizzazione dei voli interni. Auspichiamo che il superamento della crisi tra Ryanair ed Enac rappresenti una nuova chance di revisione del trasporto aereo a basso costo. Occorre creare nuove linee sulle tratte più trafficate, dalla Roma-Milano ai collegamenti da e per le Isole. In questo modo si potrebbero ridurre i prezzi medi praticati dalle compagnie e ci sarebbe più scelta per i consumatori".

 (foto © LaPresse)

Italia - Excite Network Copyright ©1995 - 2018